APC lancia il nuovo Virtualization Energy Cost Calculator

L’utilizzo delle tecnologie di virtualizzazione ha il grande vantaggio di ridurre il numero di server nelle sale CED, con conseguente risparmio nel consumo energetico; d’altra parte, ciò può incidere negativamente sull’efficienza d’uso dell’energia (PUE – Power Usage Effectiveness) complessiva della struttura.

“Questa conseguenza dovuta alla virtualizzazione può essere impegnativa e costosa per i professionisti IT che stanno investendo molto per migliorare l’efficienza energetica, tenendo conto della sostenibilità ambientale ” ha ricordato Fabio Bruschi, Country General Manager di APC by Schneider Electric.

Per supportare le imprese nelle scelte relative ai requisiti dell’infrastruttura fisica per la virtualizzazione dei carichi IT, APC ha sviluppato uno strumento online disponibile gratuitamente sul “Portale per l’Efficienza Energetica del Data Centre” dell’azienda (http://tools.apc.com).

Questo strumento, con funzioni di calcolo, può essere usato nelle fasi iniziali della programmazione per acquisire informazioni utili a compiere le proprie scelte e per confrontarsi con scenari e approcci differenti.

In base alle direttive contenute nel Codice Europeo “Conduct for Data Centres Efficiency”, lo strumento prende in considerazione sia l’infrastruttura IT sia quella fisica.

“Il nostro Virtualization Energy Cost Calculator è uno strumento semplice da utilizzare e versatile” ha aggiunto Fabio Bruschi. “Infatti è stato studiato per consentire all’utente di inserire e modificare un grande numero di variabili, quali il numero di server, l’utilizzo dello spazio rack, le caratteristiche di progettazione del sistema e l’uso dell’energia, nell’ottica di valutare l’ambiente pre e post virtualizzazione.

Di fatto questa soluzione è stata sviluppata da APC affinché i manager che gestiscono l’IT e le sale CED siano in grado di valutare l’impatto della virtualizzazione sui consumi energetici e sullo spazio disponibile nel data center”.

Leggi anche:  A SPS IPC Drives Italia Eaton mette in scena la digitalizzazione della fabbrica 4.0

Quando si parla di virtualizzazione vengono spesso evidenziati i suoi vantaggi: il risparmio energetico, l’aumento della capacità di calcolo, la riduzione della superficie occupata dalle macchine, la semplificazione dei processi di migrazione dei carichi e di disaster recovery.

Meno noto è il fatto che i risparmi potrebbero aumentare ulteriormente se l’infrastruttura che gestisce alimentazione e raffreddamento venisse regolata esattamente in funzione del carico virtualizzato da supportare.

Con il fine di proporsi come strumento attendibile, il ‘Virtualization Energy Cost Calculator” mette in evidenza in forma grafica quest’ultimo aspetto, e fornisce i dati relativi all’efficienza energetica per l’ambiente IT considerato, prima della virtualizzazione e dopo di essa.