System Evolution: l’information management è servito

Information management, data governance e analytics sono le aree in cui la società con sede a Torino è più attiva, con un’attenzione puntata da sempre verso il mondo delle banche e delle assicurazioni

di Luca De Bellis

Nata nel 1985 a Torino, oggi System Evolution è una realtà che conta oltre 200 persone e una presenza che oltre al capoluogo sabaudo copre le aree di Milano e del nord-est. Alla vigilia del primo trentennale di vita della società, è il fondatore e attuale amministratore delegato dell’azienda, Matteo Cucco, a tracciare le linee che hanno caratterizzato lo sviluppo di System Evolution. In ossequio al nome della società, oltre che di sviluppo si può parlare di vera e propria evoluzione, visto che dall’iniziale attività prevalentemente dedicata all’area della system integration per la pluralità dei mercati, si è passati a una specializzazione più marcata nell’area finance (banche e assicurazioni), che rappresenta oggi l’80% del fatturato di System Evolution, che annovera tra i propri clienti praticamente tutti i principali gruppi bancari e assicurativi italiani.

COMPETENZE APPROFONDITE

Realizzare soluzioni di eccellenza non è sufficiente per vincere su un mercato competitivo quale quello odierno. «Conta anche una profonda conoscenza dei processi dei clienti, e nel corso di questi quasi trenta anni di attività, abbiamo acquisito una competenza realmente approfondita sui processi bancari e assicurativi» – precisa Cucco. «È proprio questa competenza che ci consente di proporci come interlocutori qualificati per tutte le esigenze di governance dei dati, di progettazione di soluzioni analitiche, di performance management, di gestione di big data».

INFORMATION MANAGEMENT, L’OFFERTA INTEGRATA

«La proposta di soluzioni e servizi di information management per le banche e le assicurazioni nasce da una esperienza consolidatasi negli ultimi anni sulle tematiche di business e di processo più attuali, quelle che costituiscono le principali aree di criticità e di attenzione» – continua Cucco. È da queste esperienze che per il settore bancario nascono competenze e acceleratori per il controllo e l’analisi dei crediti, per il monitoraggio delle performance della rete delle filiali e delle agenzie in merito a iniziative e campagne di cross-selling e up-selling, per la verifica dell’efficacia della relazione con il cliente nei differenti stadi di ingaggio. E ancora interventi e servizi nell’area dell’antiriciclaggio, della gestione dei rischi, delle segnalazioni di vigilanza, del controllo di gestione, del bilancio. Anche nel settore assicurativo, l’azienda offre solide competenze nella implementazione di applicazioni per il controllo dei sinistri e per il supporto alla produzione della modulistica di vigilanza, nel disegno di ambienti informativi che integrano dati di portafoglio, premi e sinistri, in grado di assolvere alle esigenze informative in ambito Solvency. «Per il governo di impresa, poi, le nostre competenze ci rendono partner affidabili e convenienti nell’area dei sistemi di misurazione delle prestazioni, sia di impresa sia di singole aree operative attraverso il calcolo e la pubblicazione di KPI, organizzati in tableau de bord a uso per esempio delle funzioni di pianificazione e controllo» – spiega Matteo Cucco. Ed è nell’ambito del performance measurement che System Evolution sta esprimendo in questi ultimi anni le sue competenze più distintive, realizzando soluzioni basate ad esempio sui principi delle Balanced Scorecard, per il governo d’impresa o per l’IT governance. Cucco sottolinea: «È proprio la presenza integrata di tutte queste competenze, metodologiche, tecnologiche, di processo, che fa della nostra azienda un partner affidabile per banche e assicurazioni nella gestione a tutto campo delle tematiche di information management».

Leggi anche:  Business analysis e definizione dei requisiti. Come funziona il punto di vista “Future How”

DATA GOVERNANCE E DATA QUALITY

Un’altra forte caratterizzazione della società è quella nell’ambito della data governance, nel senso che «il governo e la gestione strutturata del dato sono requisiti indispensabili per leggere e analizzare i dati allo scopo di trarne valore, attraverso tecniche e strumenti di business intelligence, e di analytics» – spiega Cucco. Nell’ambito dell’information management, che rappresenta oltre il 50% del fatturato della società, risultano importanti competenze nelle aree data governance e data quality, in forte sviluppo e con prospettive di tutto rispetto. «La nostra forte focalizzazione in questo ambito nasce per rispondere alle esigenze di banche e assicurazioni, chiamate a rispettare le indicazioni regolamentari degli organismi di vigilanza. In una visione più ampia il governo dei dati è una componente essenziale a sostegno degli obiettivi di business e di un IT coerente con le strategie d’impresa; un tema, questo, cui banche e assicurazioni stanno guardando con crescente interesse» – spiega Cucco. In sostanza, per System Evolution, IT e corporate governance necessitano della presenza di un sistema di governo dei dati che ne garantisca l’affidabilità attraverso standard e strumenti specifici. Al crescere dei volumi di dati disponibili nell’azienda, una gestione strutturata del patrimonio informativo diventa un imperativo per il governo d’impresa. È poi da queste solide basi informative che è possibile misurare e gestire i rischi, controllare i processi, verificare l’allineamento dell’operatività della banca o dell’assicurazione agli obiettivi strategici.

LE NORMATIVE COME DRIVER PER INNOVARE L’IT

Più in dettaglio, la pietra miliare nell’ambito della data governance per le banche è rappresentata dalla notissima circolare 263 emanata da Banca d’Italia nel 2006, oggetto di successive revisioni, anche recenti: la circolare introduce indicazioni fondamentali quali la necessità di verificare la qualità dei dati tramite controlli documentati e specifici presidi organizzativi. In maniera analoga, per il settore assicurativo il regolamento 20 del 2008, emanato da ISVAP (oggi IVASS) dettava la disciplina in base ai principi internazionali stabiliti da normative quali “Solvency II”, relative all’esercizio delle attività di assicurazione e riassicurazione.

Leggi anche:  Il machine learning in azienda. Come migliorare performance e previsioni

«Queste normative necessitano di un framework interpretativo ed attuativo che le renda esercitabili e sostenibili – fa notare Cucco – ed è su queste esigenze che System Evolution è al fianco dei propri clienti con un portafoglio integrato di soluzioni e servizi». In particolare, gli strumenti di elezione in questo ambito sono soprattutto due: QISS per il governo dei dati e PROCSY per il monitoraggio dei processi. «Si tratta di soluzioni che abbiamo sviluppato anche tramite il consolidamento della nostra collaborazione con ABILab, il Centro di ricerca e innovazione per la banca che fa capo ad ABI» – sottolinea Cucco.

Visto più da vicino, QISS è un software a sostegno dei processi di controllo e miglioramento della qualità delle informazioni. Costituito da un repository basato su data base relazionale e da un’applicazione web integrabile nei portali aziendali, supporta processi, tecniche e metriche previsti dall’Information Quality Framework (IQF), la metodologia di data governance sviluppata da System Evolution. PROCSY è invece la soluzione dedicata al controllo e al monitoraggio dei processi, in particolare di quelli caratterizzati da finalità o vincoli prescrittivi interni o esterni. Per questo PROCSY può essere ideale per controllare i processi ricorrenti (es. produzione del reporting periodico), verificandone le prestazioni (anticipi, ritardi) e gli esiti rispetto a quanto censito o atteso, per attuare le opportune azioni di tuning delle fasi che li compongono.