Un decreto per battere l’evasione con le carte di credito

Il Ministero dell’Economia e quello dello Sviluppo Economico preparano un decreto per la diffusione di carte di credito e dei pos per la lotta all’evasione

Nell’ottica della lotta all’evasione, il Ministero dell’Economia e quello dello Sviluppo Economico stanno preparando un decreto congiunto per favorire la diffusione delle carte di credito e dei pos tra i commercianti. L’idea è di spingere sui pagamenti elettronici abbassando le commissioni per favorirne l’utilizzo anche per transazioni molto basse.

Il decreto

Nella proposta dei due Ministeri si basa su quattro punti: divieto di commissioni a pacchetto, correlazione delle commissioni al volume delle transazioni, incentivi ai pagamenti elettronici sotto i 30 euro con commissioni più basse e trasparenza. Secondo uno studio dell’Istituto per la Competitività I-Com un aumento di 10 milioni di carte di credito/debito porterebbe al recupero di 5 miliardi di euro non versati al Fisco, che ha chiesto a Google di pagare le dovute tasse.

Parlando sempre di evasione fiscale, L’Agenzia delle Entrate, che ha unito il suo sito con quello del catasto, ha introdotto recentemente il software Sid per il monitoraggio dei conti bancari.

Leggi anche:  Fincons Group: nuovo whitepaper per il settore bancario e assicurativo