Progetto IKS: open source e web semantico

Il 9 e il 10 dicembre ad Amsterdam verrà mostrato il funzionamento nei CMS dei motori semantici del progetto Interactive Knowledge Stack

Interactive Knowledge Stack (IKS), il progetto open source che ha l’obiettivo di rendere più rapida l’adozione delle tecnologie del web semantico nei sistemi di content management, organizza il suo secondo workshop annuale ad Amsterdam il 9 e il 10 dicembre. Il workshop fornirà un’anteprima di alcuni dei componenti software sviluppati dal progetto, che verrà lanciato come Incubator Project all’interno di Apache Software Foundation (ASF).

“Le dimostrazioni di software funzionanti e i primi casi di adozione, a distanza di meno di due anni dalla nascita del progetto, dimostreranno il potenziale che le tecnologie del web semantico offrono al mercato dei sistemi per la gestione dei contenuti”, ha affermato la portavoce italiana del progetto Valentina Presutti del CNR (Laboratorio STLab-ISTC). “Il nostro obiettivo per Amsterdam è proprio quello di dimostrare il valore delle nostre tecnologie per i clienti, gli sviluppatori e i fornitori di software di content management”.

Il primo giorno, ci saranno quattro sessioni sull’utilizzo del software di semantic enhancement di IKS, che inizieranno con un caso applicativo nel settore dei media e dell’editoria basato sulla piattaforma CMS Nuxeo. La seconda sessione guarderà alla search engine optimisation (SEO), dove le tecnologie semantiche offrono già un valore aggiunto significativo sia per gli sviluppatori sia per gli utenti, e poi la terza all’authoring semantico con il nuovo editor “rich text” del progetto. Infine, l’ultima sessione prenderà in esame l’uso di IKS come infrastruttura Linked Open Data di livello aziendale per qualsiasi CMS.

Leggi anche:  Il futuro dell’open source visto da SUSE

Il secondo giorno ci saranno delle sessioni pratiche per gli sviluppatori di CMS, condotte dal team di sviluppo di IKS, per verificare la possibilità di integrare IKS con le soluzioni delle terze parti attraverso lo sviluppo di piccoli prototipi pratici. I partecipanti riceveranno uno “Starter Kit” IKS per evitare di partire da una pagina vuota, e l’obiettivo è che al termine della giornata ciascun sviluppatore abbia in mano un prototipo funzionante.

Il Laboratorio STLab-ISTC del CNR è il principale responsabile e l’esecutore di tutte le attività di ricerca e sviluppo delle tecnologie di semantic web per la rappresentazione della conoscenza e il ragionamento automatico all’interno del progetto IKS (ontologie, linked data e ragionamento automatico), e – rispetto al programma di Amsterdam – ha sviluppato i servizi per la SEO.