L’eccellenza nella distribuzione passa dallo scouting e dalla formazione

Spindox Academy, il progetto di formazione per neolaureati con inserimento in azienda

Per Italsel questa è la ricetta per continuare a rimanere sul mercato con una struttura all’avanguardia

Scouting e formazione sono le due parole chiave per una distribuzione di eccellenza. E’ su questi due pilastri che si basa l’intera strategia commerciale e di marketing di Italsel che, in 20 anni di presenza sul mercato, ha saputo fornire un servizio efficiente ai propri clienti grazie a un’intensa capacità di ascolto e una puntuale attività di supporto alla rete distributiva.

[blockquote style=”4″]“Il mondo della distribuzione è cambiato in modo sensibile negli ultimi anni. L’evoluzione della tecnologia da una parte e il cambiamento profondo delle dinamiche di vendita e del mercato hanno portato l’intero comparto a dover ripensare ad un nuovo modello di sviluppare e condurre il business”, sottolinea Pierangelo Rossi, AD di Italsel.[/blockquote]

Sono queste le ragioni che hanno spinto l’azienda a focalizzarsi ancora di più su processi messi in atto in modo lungimirante già anni fa.

Scouting, attività sempre più complessa

L’innovazione spinge verso un paradosso: da una parte consente di proporre sempre nuove soluzioni tecnologiche e dall’altra le stesse arrivano ad essere mature in breve tempo poiché rapidamente soppiantate. In aggiunta, nei settori di competenza si sono rotti i confini, tanto che la convergenza spinge a fare nuove valutazioni sulla scelta delle soluzioni da proporre al mercato. Ecco, dunque, che in questo contesto l’attività di scouting diventa un aspetto ancora più cruciale e delicato per il canale distributivo. Solo la competenza, l’esperienza e il know how possono garantire scelte di qualità. “Una strategia vincente, attuata in tempi non sospetti, ci ha assicurato una corretta distribuzione nel mercato IT, soprattutto in un momento economico di marcata contrazione e competitività. Siamo stati spesso lontani da scelte di tipo massivo, sapendo ricercare e proporre, grazie a professionisti con elevata expertise, soluzioni inedite, in grado di assecondare le reali esigenze delle aziende”, aggiunge Rossi.

Leggi anche:  ally Consulting: sicurezza e process automation le due aree chiave per la ripartenza

Formazione, aspetto imprescindibile

Un buon prodotto, però, non è sufficiente: per ottenere risultati è necessario affiancare formazione e aggiornamento ai reseller e seguire i partner passo dopo passo – preparazione e supporto formativo, certificazioni, training tecnici e commerciali, supporto pre e post-vendita -. In questo senso, Italsel opera un’attività costante sul canale, sia al rivenditore (dotandolo delle armi necessarie) sia all’utente finale (informandolo sulle novità ed indicandogli dove rivolgersi), con l’intento di assicurare alti livelli qualitativi in tutta la filiera distributiva: in un perfetto gioco di squadra, non viene lasciata scoperta nessuna parte del business. Esempio felice di questa policy, è l’accordo siglato lo scorso settembre con Colt, l’”information delivery platform” leader in Europa, per la distribuzione di Ceano, una gamma completa di servizi ICT e cloud-based on-demand per Piccole e Medie Imprese, cha ha portato in soli nove mesi al raggiungimento di oltre cento reseller certificati e formati dal Vad per operare sui clienti.

“Da sempre, il valore aggiunto di Italsel sul mercato è dato dalla capacità di guidare il cliente nel mare magnum delle differenti soluzioni informatiche rese disponibili dai produttori, selezionando le soluzioni più valide e più indicate per le diverse esigenze. Camminiamo accanto ai nostri partner, ci dirigiamo assieme verso nuovi scenari tecnologici e quindi di business; proponiamo un approccio consulenziale e supportiamo la crescita tecnologica delle imprese”, conclude Rossi.