MSN Messenger chiude anche in Cina

Dopo 15 anni online, il servizio di chat di Microsoft va in pensione anche in Oriente. Al suo posto c’è Skype

Windows Live Messenger abbandona anche la Cina. La nota piattaforma di chat verrà ritirata il prossimo 31 ottobre per far spazio alle soluzioni più moderne. Già un anno fa Microsoft aveva annunciato la necessità di migrazione degli utenti MSN verso Skype, avvertendo che prima o poi Messenger sarebbe stato chiuso. La data è dunque vicina e il passaggio dal vecchio al nuovo servizio diventa obbligatorio per tutti coloro che vorranno continuare ad utilizzare la chat che ha compiuto quindici anni. Nel 1999 infatti, Microsoft lanciò Messenger come antagonista di AIM di AOL. La più grande ristrutturazione è avvenuta nel 2006 con la nascita del portale “Live” a cui facevano riferimento tutti i servizi aggiuntivi di MSN.

Passaggio indolore

Come per l’Europa, anche gli utenti cinesi che decideranno di passare da Live Messenger a Skype dovranno compiere pochi passi. Un avviso informerà gli iscritti al servizio della possibilità di usare la nuova chat come la precedente, senza perdere nemmeno un contatto. Basterà installare l’ultima versione di Skype (per computer, smartphone e tablet), fare il login con il proprio account Microsoft e riavere così la lista di amici utilizzata con Live Messenger. Inoltre sarà possibile connettere il proprio account Facebook per avere entrambe le chat in un unico posto.

Leggi anche:  Così Microsoft 11 forza l’utilizzo di Edge