Apple rilascia iOS 8.1.3: cosa cambia

Aggiornamento minore ma molto importante per iPhone, iPad e iPod Touch visto che risolve diversi bug e migliora le prestazioni

Apple ha rilasciato ufficialmente iOS 8.1.3, aggiornamento minore per l’ultimo sistema operativo mobile della Mela. Può essere scaricato da chi possiede un dispositivo Apple che supporta iOS 8 semplicemente andando nelle Impostazioni poi Generali e Aggiornamento Software. Seppur si tratti di un update di passaggio, la dimensione pari a 246 MB lascia intendere come si tratti in realtà di un aggiornamento molto importante capace di risolvere problematiche e migliorare le prestazioni e la stabilità dei diversi modelli. Al momento si riscontrano alcuni problemi nell’effettuare l’aggiornamento via OTA (Over-the-air) direttamente da iPhone, iPad e iPod Touch per cui è consigliabile scaricare iOS 8.1.3 dal proprio computer e poi installarlo tramite cavetto via iTunes.

Cosa cambia

Ecco il changelog ufficiale della nuova versione. Prima di tutto è stato ridotto lo spazio di archiviazione richiesto per installare lo stesso aggiornamento e quelli successivi. Non si tratta di una banalità: nel recente passato, molti utenti avevano dovuto cancellare le app più onerose in termini di MB per liberare memoria e installare l’aggiornamento disponibile; la riduzione della memoria minima richiesta farà dunque comodo a molti. Risolto anche un problema che non permetteva l’inserimento della propria password per accedere all’Apple ID e utilizzare iMessage e FaceTime; migliorato l’accesso al multitasking dell’iPad attraverso le gestures e la visualizzazione dei risultati di ricerca su Spotlight che spesso non mostrava le app corrispondenti al testo digitato.

Resta il bug GMT

Per sfortuna iOS 8.1.3 non risolve il cosiddetto bug GMT. Succede infatti che quando si crea un nuovo appuntamento sul calendario, l’orario prefissato viene modificato in automatico in un fuso diverso da quello del proprio paese. In Italia ad esempio il classico GMT+1, corrispondente al fuso di Roma, viene cambiato in GMT, causando così un anticipo rispetto all’orario reale da assegnare all’appuntamento. Attenzione dunque ai vostri calendari perché dopo aver modificato il fuso portandolo alla versione corretta dovrete anche aggiustare l’ora che sarà indietreggiata di 60 minuti.

Leggi anche:  Oracle: dati dei dipendenti al sicuro in azienda, grazie all'Intelligenza Artificiale