Telefonia mobile, servizi non richiesti: ora rimborsi a tutti

Altroconsumo: bene le sanzioni Antitrust, ma ora gli operatori devono risarcire

Altroconsumo avvia una richiesta collettiva di rimborso a favore dei consumatori contro Telecom, Wind, Vodafone e H3G per l’attivazione di servizi non richiesti.

Pratiche commerciali scorrette e aggressive, denunciate più volte dall’associazione e utilizzate dagli operatori di telefonia mobile per vendere i cosiddetti servizi “premium” a pagamento, con conseguente addebito sul credito telefonico della sim, e i servizi a sovrapprezzo facilmente accessibili durante la navigazione.

Ieri il Garante, con una storica decisione, ha riconosciuto le ragioni dei consumatori sanzionando Telecom e Tre per 1.750.000 euro, Wind e Vodafone per 800.000 euro.

Non basta. Ogni singolo euro, ingiustamente e illecitamente addebitato, dovrà essere restituito: gli operatori dovranno rimborsare tutti i consumatori che si rivolgeranno ad Altroconsumo.

L’organizzazione seguirà da vicino la vicenda. Se le compagnie non procederanno ai rimborsi si passerà alla class action.

Leggi anche:  Siemens presenta il primo router industriale 5G