Dropbox for Business aggiunge i Gruppi

La piattaforma cloud ha annunciato alcune novità per il suo servizio professionale: i gruppi e le API per l’integrazione aziendale

Dropbox for Business è la nuvola che l’azienda ha pensato per i professionisti. Si tratta di una soluzione di condivisione e archiviazione dei file “apprezzata dai dipendenti e ritenuta affidabile dagli amministratori IT”. Si tratta della soluzione migliore per chi ha necessità di utilizzare il proprio dispositivo mobile, ma non solo, per lavoro anche al di fuori dell’ufficio. La sua forza sta nella semplicità di utilizzo e nel fatto che le dinamiche di Dropbox sono oramai conosciute a livello consumer da diversi anni, a differenza delle soluzioni pensate apposta per il business per le quali c’è quasi bisogno di un training specifico.

Gestione migliorata

La novità delle ultime ore è l’arrivo della funzione Gruppi. Con i Gruppi è possibile dividere le cartelle di lavoro salvate su Dropbox for Business in contenitori più piccoli così da aver un maggiore controllo sui file visibili e gli accessi effettuati grazie anche alla creazione di liste di membri. Assieme all’introduzione dei Gruppi, Dropbox ha rilasciato anche le API relative, ovvero la possibilità di integrare l’assegnazione di certi documenti e cartelle all’interno delle infrastrutture IT aziendali già esistenti sincronizzando il tutto con i dati di una Active Directory. La sezione Gruppi è stata introdotta lo scorso novembre in versione beta e solo per utenti selezionati, circa 12 mila in tutto il mondo. Con il lancio globale, Dropbox intende raggiungere molte più aziende e professionisti aumentando la sua fama di miglior servizio sulla nuvola, non solo per gli utenti classici.

Leggi anche:  Rosenberger OSI si unisce all'Association of Internet Industry e sarà un nuovo membro del progetto GAIA-X