Tibco Jaspersoft, il futuro della BI

A un anno dall’acquisizione da parte di TIBCO, la piattaforma open source arricchisce la sua portata per soddisfare tutte le esigenze avanzate di BI analytics, anche con le sinergie con TIBCO Spotfire

Sempre forte nelle infrastrutture, TIBCO Software ha deciso negli ultimi tempi di mettere al servizio della business intelligence la propria expertise nella gestione dai dati in near-real time. Come noto, TIBCO sta per “The Information Bus Company”, quella che offre il “Two-Second Advantage”, cioè la capacità di catturare la giusta informazione al momento giusto e agire su questa base in anticipo, per ricavarne un vantaggio competitivo. Il presupposto del Two Second Advantge applicato alla business intelligence è che il valore dei dati si riduca rapidamente col passare del tempo, dando luogo a opportunità da cogliere subito, elaborando i dati in tempo reale o quasi.

L’ora di TIBCO Analytics

Capitalizzando su questi concetti, oggi TIBCO si caratterizza sempre più per voler costruire un nuovo tipo di business intelligence, grazie all’acquisizione di Spotfire nel 2007 e di Jaspersoft nella primavera 2014, per arrivare a un’offerta denominata TIBCO Analytics. A poco meno di un anno dall’acquisizione di Jaspersoft, abbiamo parlato di queste nuove prospettive con Luca Zurlo, responsabile vendite e business development Southern Europe & Middle East di TIBCO Analytics.Tema di partenza proprio l’acquisizione: «Dopo essere entrati a far parte di TIBCO, continuiamo a fare quello che abbiamo sempre fatto, con la grande differenza che adesso abbiamo le spalle molto più larghe, e in questo senso l’operazione dimostra che come Jaspersoft, abbiamo raggiunto una nostra maturità riconosciuta dal mercato» – esordisce Zurlo. Sicuramente un ottimo percorso per una piattaforma, quella di Jaspersoft, nata da due progetti open source sorti all’inizio degli anni 2000, e che oggi è arrivata alla versione 6. Presentata alla fine dello scorso anno, questa versione della piattaforma di business intelligence di Jaspersoft prevede, tra le varie altre novità, anche un dashboard designer che incorpora anche il framework di sviluppo Visualize.js, per costruire rapidamente cruscotti e report interattivi, oltre che incorporarli nelle applicazioni tramite Java script.

Leggi anche:  SAS: un hackathon per risolvere sfide di business e sociali

Analytics “embedded”

Proprio la reportistica avanzata incorporata, in altre parole gli analytics “embedded”, costituisce uno degli elementi distintivi del prodotto, che ha come noto due anime: una gratuita e una commerciale, cui corrispondono due diverse tipologie di utilizzatori. «Infatti, gli utenti della community Jaspersoft, fanno affidamento sul prodotto gratuito, scaricabile dal nostro sito. Anche se il loro numero non è quantificabile con precisione, negli ultimi due anni qualcuno ha parlato di centinaia di migliaia di utilizzatori» – fa notare Zurlo – aggiungendo che la distribuzione “premium” di Jaspersoft può attualmente contare su un numero di clienti in tutto il mondo superiore alle due migliaia di unità.

Ma va anche detto che la caratteristica della piattaforma, capace di integrarsi in qualsiasi ambiente tecnologico attuale, fa sì che venga utilizzata in numerosi prodotti in maniera del tutto trasparente verso gli utenti, che proprio per questo spesso non sono a conoscenza che molte delle funzionalità di cui stanno usufruendo sono dovute a Jaspersoft.

Gli sviluppi futuri

Con le nuove funzionalità di visualizzazione e di reportistica, Jaspersoft 6 si affianca in maniera complementare a Spotfire, le cui caratteristiche avanzate di data exploration e di predictive analysis sono da tempo riconosciute sul mercato. «Si crea così una piattaforma che aiuta nel processo di decisione per il business, senza che vi siano sovrapposizioni ma un arricchimento di funzioni: oltre che per sapere su cosa si prendono le decisioni, è oggi possibile avere anche una modellazione degli scenari futuri. In sostanza, ci si trova dalla parte dei data scientist, che sempre più affiancheranno i C-level aziendali» – spiega Zurlo. E in effetti, anche i possibili sviluppi futuri di TIBCO Analytics vanno verso questa direzione: la roadmap parla di un’introduzione progressiva di soluzioni in grado di combinare le capacità di analisi e di visualizzazione di Jaspersoft e di Spotfire, «con un primo assaggio costituito dalla georeferenziazione di GeoAnalytics, che è già in grado di aprire nuovi scenari interessanti» – conclude Zurlo.

Leggi anche:  Qlik tra i leader del Magic Quadrant per Analytics e BI