IFM #phones, aria nuova nel mondo del contact center

La piattaforma dell’azienda genovese è una soluzione cross-canale erogata in modalità cloud “evoluto” adatta sia ai grandi player che alle micro-imprese

Andrea Barbano, direttore commerciale di IFM Infomaster

Nasce per “cambiare le regole del gioco” in un mondo, quello del contact center, dove c’è un gran bisogno di innovazione: nuove tecnologie per gestire l’evoluzione dei canali di contatto di un’azienda con i suoi clienti, revisione culturale per adeguarsi ai profondi cambiamenti nella gestione delle relazioni, e nuove formule di “cost of ownership” per continuare a competere in un’ormai endemica modificazione dei modelli economico finanziari. È l’ultima innovazione di IFM Infomaster, realtà presente da oltre vent’anni nel settore delle telecomunicazioni evolute e parte di un gruppo costituito da società che, con oltre 900 installazioni, offrono soluzioni integrate per le Unified Communications, il CRM e le tecnologie multisensoriali. #phones è una soluzione innovativa che permette agli operatori di gestire la comunicazione su diversi canali simultaneamente: telefono, messaggi, web, chat, social network. Tutto da un’unica interfaccia, con una logica di proposizione pay-per-use che supera i limiti del cloud tradizionale.

«Si tratta dell’evoluzione del nostro Phones Enterprise» – spiega Andrea Barbano, direttore commerciale di IFM Infomaster. «Come nel caso precedente, la piattaforma si orienta verso la multimedialità e la multicanalità, ma c’è l’aggiunta del mondo social che apre nuove prospettive alle aziende». L’idea è particolarmente interessante perché, come prosegue l’AD e presidente di IFM Infomaster, Emilio Barlocco, unisce i trend emergenti della tecnologia con quelli di un modello a pagamento interamente a consumo. «Ci piace parlare di “cloud evoluto”, in quanto, senza limiti di funzioni o dimensione, azzera i costi di investimento e i canoni ricorrenti, lasciando solo i costi di utilizzo effettivo della piattaforma espressi in termini di minuti di traffico utilizzato. Questo garantisce importanti risparmi, massima flessibilità e soprattutto apertura verso un mercato secondo noi molto interessante. #phones fornisce tecnologia evoluta, chiavi in mano, sia in cloud sia on-premise, non solo alle grandi aziende che erogano servizi di contact center, ma anche alle piccole e medie realtà o alle micro imprese. Mettiamo a disposizione una tecnologia full function anche a chi, altrimenti, potrebbe non averne accesso per via dei costi di investimento e di gestione».

Approccio cross-canale

Lo sviluppo di #phones nasce per venire incontro a due necessità. La prima è di rispondere alla richiesta da parte del mercato di una soluzione più orientata al complesso mondo dei social, dove la presenza delle aziende è ormai considerata un must, ma che sul piano pratico è tutt’altro che semplice da gestire. La seconda necessità è di seguire i trend della tecnologia, che dall’altra parte favoriscono un approccio cross-canale dove le parole d’ordine sono customer satisfaction e customer experience. «La nostra soluzione è l’unica in grado di offrire tutte le funzionalità cross-canale agli operatori, gestendo l’attività da una singola piattaforma. Ed è anche la sola che garantisce di soddisfare le esigenze economiche e commerciali dei clienti, in una logica win-win dove IFM accompagna e si integra al meglio con il business di chi sceglie #phones» – prosegue Barbano. Per quanto riguarda le risorse da cui attingere informazioni e saperne di più sul prodotto, oltre ai contatti sul sito istituzionale, è disponibile anche un sito dedicato all’indirizzo http://hash.phones.it. I clienti che aderiscono alla proposizione a consumo dispongono inoltre di un tool online che permette di monitorare, in tempo reale, tutti i parametri di utilizzo della piattaforma. Ma quando si parla di business, non conta solo il volume d’affari generato per fare un’azienda di successo. Ugualmente importante è la cultura del cambiamento e dell’innovazione.

«Abbiamo una missiondice il presidente di IFM: «Cambiare il mondo del contact center, creando una Link Society, per costruire relazioni armoniche dove la tecnologia supporta le persone e i processi. Vogliamo accompagnare i nostri clienti su percorsi di eccellenza attraverso il miglioramento costante dell’interazione con l’esterno e aprire nuove spazi di dialogo con l’azienda».

Leggi anche:  Five Questions To: Francesca Romana Luconi Account & Corporate Brand Manager Rextart