Pericolo in volo, gli hacker possono violare gli aerei via Wi-Fi

gli hacker possono violare il wi-fi degli aerei

Stando al report di un’agenzia USA, gli hacker possono violare i sistemi degli aerei di linea attraverso il Wi-Fi disponibile ai passeggeri

Dopo il disastro del volo Germanwings, che ha provocato la morte di 151 persone, arrivano ancora brutte notizie per l’aviazione civile. La CNN ha diffuso un rapporto del Government Accountability Office (GAO) statunitense in cui viene descritta la possibilità che hacker e pirati informatici possano introdursi nel Wi-Fi disponibile sui voli di linea. Ancora non è chiaro se il pericolo sia reale o meno ma la notizia desta preoccupazione fra le compagnie aeree.

Gli hacker potrebbero violare i sistemi degli aerei via Wi-Fi

In passato l’agenzia europea che regola il traffico aereo (EASA) e quella statunitense (FAA) avevano dichiarato con convinzione che nessuna app è in grado di dirottare un velivolo ma le cose sembrano essere cambiate. Stando al rapporto del GAO, gli hacker attraverso il Wi-Fi fornito ai passeggeri potrebbero assumere il controllo degli apparati di bordo, infettare il sistema come il malware o sabotare il sistema di navigazione e allerta. La rete wireless è disponibile su quasi tutti i nuovi modelli di aereo e su alcuni molto diffusi come il Boeing 787 e diversi veivoli di Airbus. “Si è consapevoli del pericolo, è noto che può esserci una criticità però non è chiaro se lo studio del GAO sia stato provato con simulazioni probanti o si basi invece solo su elaborazioni teoriche”, ha dichiarato un esperto interpellato dalla CNN.

I rapporto sulla possibilità che gli hacker possano violare gli apparati informatici degli aerei via Wi-Fi arriva dopo un’indagine della FAA sulle minacce ai sistemi di controllo di terra. In quell’occasione l’ente USA ha assicurato che sono stati presi seri e tempestivi provvedimenti per proteggersi da infiltrazioni non autorizzati.

Leggi anche:  Cyber risk: alta la consapevolezza in azienda ma ancora scarse le azioni di mitigazione