GoPro salta sul treno della realtà virtuale

Il trend è chiaro: nei prossimi mesi vedremo sempre più oggetti entrare nel mondo della VR. Action Camera comprese

Cosa c’entra una GoPro con il mondo della realtà virtuale? Forse niente, forse tutto. Il CEO dell’azienda Nick Woodman ha annunciato la nuova direzione che la compagnia intende prendere, sperimentando nuove soluzioni nel campo del virtuale e dei droni. Durante la conferenza Re/code di ieri, Woodman ha spiegato in che modo le GoPro entreranno nei nuovi settori, soprattutto mostrando le capacità di adattamento funzionale delle Hero4. In particolare, per permettere una ripresa globale che possa essere utilizzata in progetti di realtà virtuale, GoPro utilizzerà il design sferico della compagnia francese Kolor, acquisita proprio da Woodman il mese scorso.

Il limite è il cielo

In questo modo l’azienda potrà scattare foto e girare filmati a 360 gradi così da utilizzarli per la realtà virtuale sia in lavori offline che in diretta, probabilmente durante eventi sportivi. Si tratta ovviamente di un prodotto di nicchia che può essere utile per chi crea contenuti per VR e non tanto per gli utenti che ne fruiscono. I possibili acquirenti ci sono e fanno parte di quella schiera che attualmente si divide il palcoscenico: Oculus Rift, HTC Vive, Samsung Gear VR. In realtà dovrebbe arrivare anche una versione consumer del prodotto, che non è altro che un case dentro cui montare le fotocamere, probabilmente non comprese nel pacchetto. Non si conosce ancora il prezzo anche se sappiamo che la realizzazione è fissata per il 2015. Per quanto riguarda il mondo dei droni, Woodman ha svelato l’esistenza di un quadricottero che GoPro starebbe realizzando in autonomia e la cui commercializzazione è attesa invece per la metà del 2016.

Leggi anche:  Galaxy Z Fold e Z Flip 3, nuove voci sui prezzi al ribasso