Kaspersky Lab, protezione estesa per tutti

Kaspersky Lab rimodula la propria offerta B2B con due nuove soluzioni destinate a PMI e grandi aziende. Target differenti, ma un obiettivo condiviso, la sicurezza

Kaspersky Lab aggiorna l’offerta di soluzioni per le aziende. Declinata da Small Office Security (KSOS) per quelle realtà con un numero di postazioni di lavoro compreso tra 5 e 25 che necessitano di protezione dei dati e sul web. Sin dalla fase di accesso. Tramite doppino o in modalità Wi-Fi. Contesti in cui semplicità ed efficacia fanno la differenza. Dove servono soluzioni che consentono di effettuare tutti i controlli necessari per evitare brutte sorprese durante la navigazione. Funzionalità queste svolte da Web Control, uno strumento che permette di controllare e filtrare la navigazione per categoria di siti web, contenuto e tipologia di dati. Diverso l’approccio nelle realtà più strutturate, dove la protezione dai pericoli provenienti dalla rete non esaurisce le problematiche di sicurezza da affrontare. Qui servono soluzioni modulari, scalabili e personalizzabili in funzione di esigenze specifiche.

Kaspersky Endpoint Security for Business (KESB-SP1) in tal senso offre agli amministratori di rete la possibilità di personalizzare la configurazione di partenza. «Ogni business ha peculiarità proprie» – ci dice Morten Lehn, managing director di Kaspersky Lab Italia. «Per esempio, un centro di ricerca sarà interessato alle funzionalità di encryption e DLP per proteggere i propri brevetti; un call center metterà più attenzione agli strumenti di controllo e alla protezione del traffico web per evitare la diffusione di malware e il verificarsi di disservizi. Realtà commerciali con una presenza capillare sul territorio invece potrebbero avere bisogno di proteggere gli utenti in mobilità. Grazie alla flessibilità della nostra soluzione, molte delle impostazioni di base possono essere facilmente configurate in funzione del livello prescelto».

La configurazione base, Core, mette a disposizione un firewall e una serie di funzionalità anti-malware.
Il tutto configurabile da una console centralizzata, ideata per ridurre al minimo le complessità di gestione. Con la modalità Select – oltre alla protezione dell’end-point – si accede a una serie di funzionalità per la protezione dei file server e di tutti i dispositivi mobili. Per le richieste di protezione particolare, invece, le opzioni sono la modalità Advanced, comprensiva di tool di crittografia dei dati e strumenti avanzati di system management, oppure direttamente la soluzione Kaspersky Total Security for Business (TSB) che, oltre a tutte le funzionalità descritte, mette a disposizione una serie di tecnologie per la protezione del server di posta e collaborazione, ma anche del traffico in transito sui gateway web.

Sicurezza self-service

«La protezione del traffico email viene effettuata attraverso una scansione ottimizzata per la sicurezza e un filtro anti-spam intelligente che consente di bloccare i messaggi indesiderati, riducendo il volume di traffico sulla rete aziendale» – spiega Lehn. «TSB supporta un’ampia gamma di server di posta, compresi Microsoft Exchange, IBM Lotus Notes/Domino, Sendmail, qmail, Postfix, Exim e CommuniGate Pro. KESB SP1 presenta anche altre novità. Una delle più importanti è il supporto alla gestione dei device mobili (MDM), funzionalità questa accessibile via web tramite console cloud-based. «Un’interfaccia unica che abilita l’accesso alle funzioni MDM di tutte le principali piattaforme. Kaspersky Security for Mobile (KSB) poi semplifica l’implementazione di criteri di sicurezza per dispositivi mobile risparmiando tempo e risorse» – continua Morten Lehn. In questo modo, il responsabile della sicurezza è libero di distribuire le policy di sicurezza direttamente dalla console amministrativa. E di ottenere in qualsiasi momento una serie di informazioni sul dispositivo e sulle app installate sui device registrati. «Inoltre, per ridurre ulteriormente la complessità associata alla gestione dei dispositivi mobili – rileva Lehn – abbiamo introdotto il portale self-service dal quale è possibile svolgere la maggior parte delle attività di amministrazione assicurandosi allo stesso tempo visibilità e controllo su tutte le tecnologie di sicurezza Kaspersky Lab in esecuzione sulla rete aziendale». Il modulo Kaspersky Mobile Device Management (KMDM) supporta le più importanti piattaforme mobile tra cui Android, iOS, Windows Phone, Windows Mobile, BlackBerry e Symbian.

Leggi anche:  Fattore umano e modello Zero Trust