IBM: tre partnership d’eccellenza rivoluzioneranno il gioco per gli atleti e i fan grazie a Watson

ibm watson

I partner di Watson trasformano la sicurezza dei giocatori, l’allenamento e l’esperienza dei fan con il cognitive computing

IBM ha annunciato di aver stretto una partnership con Triax Technologies, Spare5 e 113 Industries per sviluppare applicazioni cognitive abilitate da Watson. Obiettivo: aiutare gli atleti ad allenarsi meglio, rivoluzionare l’allenamento per il golf, amplificare l’esperienza della partita per i tifosi e trasformare in definitiva il futuro dello sport. Queste organizzazioni fanno parte del sempre più ampio ecosistema di imprese, che realizza applicazioni, servizi e soluzioni con tecnologia cognitiva incorporata, in svariati settori d’industria e discipline, tra cui intrattenimento, retail, viaggi e ospitalità, assistenza sanitaria, servizi finanziari, servizi legali e istruzione.

La capacità di Watson di interagire in linguaggio naturale, analizzare grandi volumi di dati non strutturati, fornire risposte basate sulle evidenze a domande complesse e scoprire nuovi modelli e informazioni immediatamente utilizzabili lo rende ideale per lo sport, un settore che si sta evolvendo con iniziative sempre più scientifiche, guidate da dati e numeri, per migliorare la salute e le prestazioni degli atleti sia dilettanti che professionisti.

Gli eventi sportivi generano annualmente un giro d’affari di circa 700 miliardi di dollari in tutto il mondo, secondo A.T. Kearney, e il mercato cresce più velocemente del prodotto interno lordo (PIL) in quasi tutti i paesi – a una velocità anche di molte volte superiore in alcuni mercati, quali Stati Uniti, Brasile e Regno Unito. Parallelamente, cresce la domanda di app dotate di intelligenza artificiale (AI); secondo le previsioni di IDC, infatti, entro il 2018 metà dei consumatori interagirà regolarmente con servizi basati sul cognitive computing.

“Il cognitive computing rappresenta un cambiamento epocale nella tecnologia. Abbiamo superato i sistemi che vengono programmati – le tecnologie che la maggior parte di noi utilizza oggi – per arrivare a sistemi in grado di comprendere, ragionare e imparare”, spiega Lauri Saft, Vice President IBM Watson Ecosystem. “Queste ultime partnership esemplificano la natura imprenditoriale del nostro sistema Watson. Come molti altri settori, lo sport è ‘inondato’ di dati e il cognitive computing consente ai partner di IBM come Triax Technologies, 113 Industries e Spare5 di applicare elementi di conoscenza più approfonditi a una gran mole di informazioni, per migliorare le prestazioni degli atleti e ridefinire l’esperienza dei fan”.

Leggi anche:  3rand Up Solutions e Storeden, l’anticontraffazione integrata nell’e-commerce

Questi tre partner hanno sfruttato diverse API di IBM Watson per fornire questo tipo di offerte:

Impact Sensor Technology: Triax Technologies innova, sviluppa, produce e commercializza prodotti studiati specificamente per soddisfare le esigenze emergenti degli atleti e di coloro che si occupano della loro salute e sicurezza. Il Triax Smart Impact Monitor (SIM) è un sensore indossabile, incorporato in fasce per capelli o copricapo a calotta, che tiene traccia della forza e della frequenza degli urti alla testa subiti durante il gioco, dotando genitori, allenatori e preparatori atletici degli strumenti necessari per migliorare la sicurezza dei giocatori e ridefinire la tecnica in tempo reale. Utilizzando il servizio in linguaggio naturale di Watson, questo dispositivo può tenere conto di fonti di dati più eterogenee per analizzare opinioni e dedurre caratteristiche cognitive e sociali, fornendo una vista più olistica della sicurezza e delle prestazioni degli atleti. Le commozioni cerebrali nello sport rappresentano un argomento scottante, nonché una lesione molto diffusa. Il CDC stima che si verifichino ogni anno 3,8 milioni di traumi cranici correlati allo sport, sottolineando ulteriormente l’esigenza di migliorare l’accertamento del rischio, il monitoraggio, le metriche e la valutazione dei giocatori.

Mobile Expert Sourcing: Spare5 sta creando un’app cognitiva chiamata “Watson Golf Pro”, che sfrutta le capacità di apprendimento approfondito, comprensione del linguaggio naturale e visione di Watson per agire da caddy personale, che i giocatori dilettanti possono consultare quando si trovano sul campo pratica o sul campo da golf vero e proprio. Sulla base delle conoscenze relative alla meccanica e alle prestazioni ottenute da golfisti professionisti, associati alla capacità di Watson di “vedere” lo swing di un giocatore, l’app potrà fornire un feedback su come implementare meglio le tecniche fondamentali. L’app alimentata da Watson può fornire inoltre informazioni e feedback sul tono giusto per meglio motivare il giocatore a imparare e agire, grazie alla capacità di apprendere le sfumature di personalità degli utilizzatori.

Leggi anche:  Disponibile la nuova developer preview di Android 12

Scientific Research and Innovation: 113 Industries collabora con i Pittsburgh Penguins per trasformare l’esperienza della partita per gli appassionati di hockey. Sfruttando il servizio “Pi” di 113 Industries, che nasce con le capacità di comprendere il linguaggio naturale di Watson, i Penguins possono analizzare grandi volumi di dati basati sui tifosi, per mettere a punto offerte e servizi specializzati per i fan che visitano il CONSOL Energy Center. Questi possono variare dalle concessioni per il merchandising sino all’intrattenimento prima e dopo la partita. Ad esempio, applicando il cognitive computing al marketing, i Penguins disporranno delle informazioni necessarie per accedere al segmento demografico della Generazione Y in crescita a Pittsburgh e comunicare con i tifosi in vari modi – per fornire loro un’esperienza piacevole e assicurarsi che ritornino alle partite future.

IBM ha una tradizione più che ventennale nell’applicazione di nuove tecnologie, quali Sports Analytics, in svariati modi, per migliorare l’esperienza di allenatori, tifosi e giocatori. Gli esempi odierni dei partner dello sport e del benessere si uniscono agli impegni di recente annunciati da ORRECO, per aiutare ad allenare i migliori atleti del mondo; Brightminded, per cambiare il modo in cui i personal trainer gestiscono la propria attività di fitness, i propri clienti e la conoscenza; ed Edge Up Sports nel mondo competitivo del fantafootball. Queste organizzazioni sfruttano la Watson Developer Cloud, una piattaforma utilizzata da più di 77.000 sviluppatori a livello globale, per incorporare Watson e sperimentare, testare e implementare le loro idee di business.

IBM Watson: pioniere di una nuova era dell’informatica

Watson è la prima piattaforma tecnologica di cognitive computing open source e rappresenta una nuova era dell’informatica, in cui i sistemi sono in grado di comprendere il mondo così come fanno gli esseri umani: attraverso i sensi, l’apprendimento e l’esperienza. Watson impara continuamente, acquisendo valore e conoscenza nel corso del tempo, dalle interazioni passate. Con l’aiuto di Watson, le organizzazioni sfruttano la potenza del cognitive computing per trasformare il proprio settore d’industria, aiutare i professionisti a svolgere meglio il loro lavoro e risolvere sfide importanti.

Leggi anche:  La piattaforma di Software Intelligence di Dynatrace è disponibile su Microsoft Azure

Per promuovere Watson, IBM può contare su due business unit dedicate: Watson, creata per lo sviluppo di tecnologie di cognitive computing fornite via cloud, che rappresentano la commercializzazione della “intelligenza artificiale” o “AI” in svariati settori, e Watson Health, dedicato a migliorare la capacità di medici, ricercatori, compagnie di assicurazioni e altre organizzazioni legate alla salute ad estrarre nuove informazioni dai dati e a fornire un’assistenza sanitaria personalizzata.