Il digitale al servizio dei professionisti: la parola a Wolters Kluwer

pierfrancesco_Angeleri_woltres kluwer

Mission e valori del gruppo, con qualche anticipazione sulle innovazioni previste per l’anno prossimo

“L’evoluzione digitale dei professionisti in Italia”, questo il tema dell’incontro promosso da Wolters Kluwer per parlare del futuro degli studi professionali al servizio delle aziende, con un forte focus sull’ICT e sull’informatizzazione della relazione con i clienti. A parlare della mission e dei valori del gruppo è stato Pierfrancesco Angeleri, Managing Director di Wolters Kluwer Tax & Accounting. Questa divisione aziendale è una software house che opera a livello globale, realizzando un fatturato intorno al miliardo di Euro, e servendo 16.000 studi professionali e 20.000 piccole-medie imprese in tutta Italia.

“I nostri applicativi processano più di 3 milioni di dichiarativi ogni anno, e oltre 1 milione di buste paga ogni mese. Superano il milione di unità anche le aziende servite da professionisti che usano i nostri software”, ha sottolineato Angeleri. Il quadro per chi si occupa di tax&accounting sta cambiando rapidamente, con la trasformazione guidata dall’agenda digitale, l’online invoicing, il cloud, i big data e i sistemi di pagamento in mobilità. “La vera sfida è oggi uscire dall’ambito del mero adempimento normativo e offrire servizi a valore e di consulenza alle PMI, che continuano a vedere il commercialista come un ‘consigliere’ anche quando si tratta di scelte nell’ICT. La nostra mission si definisce quindi con l’impegno a garantire il successo del commercialista verso i suoi clienti”. Wolters Kluwer vuole presentarsi come un partner che fornisce soluzioni software collaborative e “smart”.

Il gruppo offre una suite anche per le piccole-medie imprese oltre che per i professionisti che le seguono. Il portfolio di soluzioni comprende il settore fiscale, il lavoro (paghe e HR), soluzioni di ERP, CRM ed e-commerce e soluzioni cross per la collaborazione studio/azienda o la comunicazione con le istituzioni. Si preannunciano importanti novità per il software gestionale Arca, che è in fase di “rivisitazione” complessiva con consistenti adeguamenti tecnologici, anche se al momento c’è ancora riserbo sui dettagli della nuova versione. Le direzioni di sviluppo futuro dei sistemi software proposti da Wolters Kluwer saranno invece all’insegna della collaboration tra studio commercialista e cliente, del miglioramento delle performance dello studio stesso con strumenti IT adeguati, di soluzioni gestionali ERP per le PMI integrate con il sistema del professionista e infine di tool per efficientare il lavoro di studio, per esempio migliorando l’importazione documentale.

Leggi anche:  Università Cattolica: oltre la Didattica a Distanza grazie a JAGGAER

Sergio Boaretto, Direttore Sviluppo Software Wolters Kluwer Tax & Accounting, ha invece parlato della Software Factory del gruppo e delle nuove opportunità offerte dalla digitalizzazione, dal modello 730 precompilato alla fatturazione elettronica, ma anche allo sviluppo delle nuove soluzioni. “Software Factory è una realtà di 238 persone, di cui sono responsabile, che raccoglie sia developers che architetti IT e specialisti in vari campi dell’informatica. Parte del tempo è dedicata alla maintenance dei sistemi, un’altra parte invece all’innovazione”. La fatturazione elettronica e la digitalizzazione dell’Agenzia delle entrate sono due temi caldi che obbligheranno i produttori di software a “cambiare le fondamenta degli applicativi”, ha sottolineato Boaretto. Ma anche la collaboration sta avendo un grande sviluppo, perché c’è l’esigenza di importare dati nel sistema informativo da qualunque fonte e da una varietà di formati. “Il futuro sarà all’insegna di una user experience consistente e compatibile con tutti i dispositivi, delle metodologie di sviluppo ‘agile’ e di tecnologie web sempre più performanti. Noi ci stiamo adeguando per accompagnare i clienti nella prossima era dell’informatica”, ha concluso il relatore.