Chatbot: così Baidu sostituisce (quasi) il dottore

Baidu ha lanciato un avatar che raccoglie in automatico le informazioni dei pazienti. Non potrà consigliare cure, almeno per ora

Si chiama Melody ed è il primo chatbot realizzato da Baidu, il famoso motore di ricerca cinese. Il Google d’Oriente ha annunciato l’arrivo dell’avatar che si pone l’obiettivo di supportare il lavoro dei dottori, interfacciandosi con pazienti che chiedono informazioni via internet. Gli utenti in Cina con l’applicazione Baidu Doctor per iOS e Android, potranno sperimentare i servigi dell’assistente virtuale, che raccoglie in automatico le informazioni necessarie da passare al dottore vero e proprio, che potrà formulare una diagnosi verosimile, basata sui dati ottenuti online.

Come funziona

Nell’ottica di Baidu, l’utilità di un software come Melody, potenziato dall’Intelligenza Artificiale, è quella di ottimizzare la comunicazione tra medici e utenti, lasciando che l’avatar svolga le procedure più “noiose”, quelle cioè in cui si spiegano i sintomi avvertiti, le possibili cause e le evidenti conseguenze. In pratica, collegandosi con la piattaforma, Melody formula delle domande semplici al navigatore, ad esempio “quanti anni ha il paziente” oppure “che tipo di reazione sta avvertendo”. La risposta, sia formulata liberamente che selezionata tra diverse opzioni, viene analizzata e memorizzata dal programma, che poi crea una cartella clinica sul momento. A quel punto passa tutto al medico che, nel più breve tempo possibile, contatta il paziente o lascia farlo direttamente a Melody, soprattutto nel caso di situazioni non urgenti, per le quali è anche possibile ricevere un’assistenza da remoto, così da velocizzare il tutto.

L’esperimento di Baidu è certamente interessante perché apre nuovi spiragli comunicativi tra l’uomo e la macchina. Il rischio, come spesso accade, è di ridurre sempre più il contatto tra gli uomini, preferendo le scorciatoie della tecnologia alle prassi abituali, seppur noiose. Considerando poi che Melody è potenziata da un algoritmo di machine learning, non ci vorrà molto per farle imparare le basi della medicina e renderla efficiente come un dottore vero. Da Baidu non lo dicono, ma a quel punto non le sarà precluso nulla, neppure formulare diagnosi e suggerire terapie in maniera indipendente.

Leggi anche:  Tallinn introduce un modello di trasporto digitale predittivo