Doodle per Antoni van Leeuwenhoek, inventore del microscopio

Google omaggia con un doodle il primo uomo che vide i batteri grazie al microscopio

Stamattina Google dedica la sua home page al naturalista e ottico Antoni van Leeuwenhoek, a volte citato come Anthonie, e lo fa con un divertente Doodle animato con i batteri che ballano all’interno delle provette.

Il primo microbiologo

Proprio all’invenzione del microscopio infatti si deve la notorietà di van Leeuwenhoek, di cui si celebra oggi la nascita, che avvenne il 24 ottobre del 1632.

Leeuwenhoek viene ricordato come il primo vero “microbiologo” in quanto fu il primo uomo a vedere i batteri grazie all’uso del microscopio. Il naturalista utilizzò questo strumento anche per vedere altri piccoli organismi come muffe, pidocchi o piccoli insetti come le api. Sfruttando le enormi potenzialità delle lenti Leeuwenhoek fu anche la prima persona a osservare il sangue e la placca dei denti.

Le lettere di Leeuwenhoek

Il suo amico medico Reinier de Graaf segnalò il suo lavoro alla Royal Society di Londra, che nel 1673 pubblicò per la prima volta una sua lettera in cui spiegava cosa avesse visto osservando con i suoi microscopi. Negli anni van Leeuwenhoek inviò almeno 190 lettere alla Royal Society, in cui condivideva i risultati delle sue osservazioni. Il naturalista seguiva le regole della Royal Society per dedicarsi a nuove ricerche, in quanto pur non essendo uno scienziato di formazione, in realtà lavorava seguendo il metodo scientifico.

Antoni Van Leeuwenhoek osservò i batteri per la prima volta nel 1676, comprendendo il fatto di trovarsi di fronte ad esseri viventi e li chiamò con il nome generico di “animalcula”, ovvero “piccoli animali”. Sarà poi nel 1838 che il naturalista tedesco Christian Gottfried Ehrenberg li indicherà con il termine latino bacterium, ispirandosi al greco βακτήριου, “bastoncino”, riferendosi alla forma della maggior parte dei batteri osservati. Il nome italiano “batterio”, che oggi viene comunemente usato, venne introdotto a partire dal 1881.
Nel 1680 Leeuwenhoek fu nominato membro della Royal Society. Morì a Delft nel 1723, all’età di 91 anni.

Leggi anche:  Livelli record di abusi sessuali su minori online nel 2021