Check Point protegge la business continuity di 2i Rete Gas

Il distributore di gas naturale utilizza la linea 4400 per garantire servizi IT ai propri fornitori e clienti

Check Point Software Technologies annuncia che 2i Rete Gas, secondo operatore nazionale indipendente nel settore della distribuzione di gas naturale per usi civili e industriali, ha scelto i prodotti di sicurezza di Check Point per proteggere la propria business continuity e garantire la connettività verso clienti e fornitori.

Per questioni organizzative, 2i Rete Gas aveva l’esigenza di creare un secondo sito di business continuity, situato all’interno del centro direzionale di Milano, da affiancare al proprio data center. Questo secondo sito di business continuity, che dispone di una rete e di una connessione distinte, aveva la necessità di esporre su Internet alcuni servizi, come un FTPS (FTP sicuro), e di rendere online tutta una serie di connessioni particolari, quali PEC e applicazioni Internet che utilizzano porte non standard.

Era quindi necessario creare una serie di connessioni VPN site-to-site con clienti e fornitori esterni. 2i Rete gas aveva inoltre la necessità di controllare e dare la possibilità dall’esterno di connettersi al sito di business continuity di Milano tramite VPN client. Queste connessioni VPN sono di estrema importanza per 2i Rete Gas. L’azienda, infatti, ha esternalizzato numerose attività a diversi consulenti e tecnici e, senza questa connettività, l’attività sarebbe rallentata. Si poneva quindi il problema di garantire in termini di performance e stabilità, gestire e controllare questa connettività.

Per rispondere a queste esigenze, 2i Rete Gas ha scelto di implementare un cluster composto da 2 appliance Check Point 4400. Le soluzioni di Check Point erano già note all’azienda che aveva già installato un cluster composto da 2 appliance Check Point 2200 e 5 appliance 1180 all’interno del proprio datacenter. Visti gli ottimi risultati ottenuti finora, e per mantenere l’uniformità nell’infrastruttura IT, le soluzioni Check Point sono state usate anche per il sito di business continuity di Milano.

Leggi anche:  Cybersecurity e safety, nuove sinergie

“Le appliance di Check Point hanno risposto in modo soddisfacente alle nostre esigenze di performance e di disponibilità di servizio”, ha dichiarato Felino Albert, Responsabile Servizi Distribuiti di 2i Rete Gas. “La soluzione in cluster semplifica anche tutta la parte dell’aggiornamento dell’infrastruttura, che di fatto non può mai fermarsi perché offre servizi 24/7. Il cluster consente, infatti, di avviare le due appliance singolarmente, senza mai fermare il servizio, offrendo un vantaggio non indifferente e un’affidabilità al 99,99%.”

Le appliance Check Point 4400 vengono utilizzate anche per creare un back-up della posta in entrata e in uscita e come back-up per la navigazione Internet: qualora il datacenter avesse un’interruzione della connessione Internet, infatti, questi due servizi IT verrebbero gestiti dal sito di business continuity di Milano, garantendo così la continuità produttiva all’azienda. Inoltre, le appliance 4400 sono responsabili del controllo della navigazione Internet delle reti “Guest” e “Mobile Wi-Fi”, presenti all’interno del centro direzionale di Milano, e vengono usate per filtrare il traffico in uscita e limitare la banda, oltre a fare application control e URL filtering.

Le soluzioni della linea Check Point 4400 consentono a 2i Rete Gas di garantire e proteggere la connessione VPN client con circa 50-70 consulenti e tecnici esterni ogni giorno e di gestire un traffico medio di circa 70-80Mb costanti, durante le ore di diurne.

“Il fatto che 2i Rete Gas abbia deciso di ampliare la nostra collaborazione, utilizzando le appliance 4400 anche per proteggere il nuovo sito di business continuity, dimostra che le nostre soluzioni e il nostro supporto tecnico sono solidi e affidabili,” ha dichiarato Massimiliano Bossi, Channel Sales Manager di Check Point Italia. “Check Point è in grado di garantire la sicurezza dei dati critici anche nei mercati più delicati, come quello delle utilities. In modo particolare, le soluzioni della linea Check Point 4400 offrono tutto ciò che è necessario per garantire la sicurezza della rete 2i Rete Gas. Check Point 4400 unisce tecnologie di rete veloci con funzionalità multi-core ad alte prestazioni, garantendo il massimo livello di sicurezza senza compromettere la velocità di rete per mantenere dati, rete e dipendenti al sicuro dalle minacce informatiche.”

Leggi anche:  ESET rileva l’ultima versione di Gelsemium: cyberspionaggio contro il Governo e altri obiettivi in Asia

L’appliance Check Point 4400 offre una soluzione completa e robusta per la sicurezza con prestazioni elevate, in un fattore di forma 1U, disponibile nei cinque kit Next Generation Security Software Blade. Check Point offre una prevenzione completa delle minacce zero-day e avvisa quando è sotto attacco. La funzionalità Threat Extraction garantisce documenti senza malware in zero secondi, mentre Threat Emulation ispeziona i file in cerca di codici malevoli in una sandbox virtuale. Quando Threat Emulation scopre nuove minacce, invia i dati al database di Check Point ThreatCloud che condivide quest’informazione con altri clienti Check Point – questo fornisce una protezione immediata ed efficace contro le minacce zero-day.