Dynatrace annuncia la disponibilità di performance monitoring per le funzioni AWS Lambda

I nuovi insight supportano l’uso crescente di serverless computing, Alexa skills e deployment IoT con monitoraggio fino alle singole linee di codice

Dynatrace, la digital performance management company, ha annunciato la disponibilità del monitoraggio fino alle singole linee di codice per le funzioni serverless di AWS Lambda. Con la crescente diffusione dei servizi serverless di AWS Lambda per IoT e Alexa skills, Dynatrace annuncia anche che, per la prima volta, le organizzazioni possono monitorare le performance su tutto il panorama omnichannel, coprendo web, mobile e ora anche le interazioni vocali con Amazon Alexa.

“Amazon Alexa sta diventando una componente chiave delle esperienze multicanale. Oggi le persone comprano ed effettuano transazioni business a voce, non solo con il proprio computer o dispositivo mobile. Monitorare queste transazioni a livello utente è fondamentale, perché altrimenti si ha un punto cieco destinato a crescere nel tempo”, afferma Alois Reitbauer, VP, Chief Technical Strategist and Head of Innovation Lab di Dynatrace. “Come con l’IoT, ora ci sono milioni di dispositivi che veicolano il codice eseguito in AWS Lambda; per questo le organizzazioni hanno bisogno di visibilità continua e di strumenti automatizzati capaci di scoprire gli ambienti in real time, per avere un monitoraggio proattivo delle prestazioni ed evitare malfunzionamenti nell’IoT”.

Le aziende stanno utilizzando AWS Lambda per applicazioni event-driven come Alexa skills e deployment IoT per eliminare il costo dei server, migliorare la disponibilità e spostarsi verso un modello di infrastruttura autogestita. Ora con Dynatrace le aziende che utilizzano AWS Lambda possono contare su una maggiore visibilità sull’effettivo funzionamento del codice nelle funzioni AWS Lambda, e quindi comprenderne l’impatto sulle performance generali di un’applicazione e sulla user experience.

Leggi anche:  Microsoft ha rilasciato Windows 11

“AWS Lambda rappresenta una vera innovazione nel cloud e un’evoluzione verso l’astrazione dell’hardware. In questi ambienti altamente dinamici, in cui il codice non è collocato su un server ma in potenze di calcolo che appaiono e scompaiono nel giro di qualche millisecondo, monitorare e gestire le performance nel modo tradizionale è impossibile”, prosegue Reitbauer. “Con il nostro approccio basato sull’intelligenza artificiale al monitoraggio e alla gestione delle prestazioni, le aziende possono ora far luce sulle funzioni AWS Lambda per ottimizzare la user experience digitale”.

AWS Lambda consente di eseguire facilmente codice in risposta a particolari eventi, come cambiamenti nei bucket di Amazon S3, aggiornamenti a una tabella Amazon DynamoDB, o eventi personalizzati generati da applicazioni o dispositivi. Dynatrace predispone automaticamente l’ambiente esecutivo in tempo reale, senza bisogno di modifiche a livello di codice, offrendo visibilità continua ed end-to-end su tutto lo stack.

Dynatrace è Platinum Sponsor di AWS re:Invent, l’evento che si svolge a Las Vegas dal 27 novembre al 1 dicembre.