2017: ecco i sistemi operativi più popolari al mondo

Tra tutti i dispositivi attualmente in circolazione regna Windows, seguito da Android e iOS ma la sorpresa è Symbian Series 40

Netmarket share ha aggiornato la classifica dei sistemi operativi più usati al ondo, un calderone nel quale sono inseriti OS per computer, smartphone, tablet, smart TV e, in generale, Internet delle Cose. Senza poche sorprese, a guidare il ranking è Windows nelle sue diverse declinazioni, con il 42,77% di presenza a livello globale. Più staccato c’è Android con il 34,06% e molto indietro iOS, fermo al 17,13%. I numeri sono una chiara conseguenza di dove sta andando il mondo della produttività, o semplicemente dell’accesso, digitale: buona parte è concentrata sui PC ma con un’avanzata senza sosta dei dispositivi mobili, che prima o poi in un prossimo futuro soppianteranno Microsoft. Non è poi così strano: ad oggi esistono degni sostituti di un notebook con a bordo Android e solo in ambito business la supremazia di Redmond è ancora ben lungi dall’essere messa in discussione. 

Il resto

Confermata la distanza che separa Android da iOS (iPhone e iPad), la classifica di Netmarketshare non ha risparmiato alcuni colpi di scena, soprattutto nelle posizioni meno rilevanti. E’ infatti curioso considerare come un sistema operativo appartenente oramai al passato, come Symbian Series 40, sia ancora in giro, almeno sullo 0,11% dei terminali attivi al globo, mentre un OS più recente, quale Windows Phone, porti a casa solo lo 0,09 di adozione, a ragione di come il software fallimentare di Microsoft sia riconosciuto come tale un po’ ovunque. Ovviamente le percentuali non vanno interpretate solo in quanto riferimenti numerici. Linux, ad esempio, è all’1,09% di installazioni, seppur si tratti di un ambiente privilegiato in molti ambiti produttivi, tra software-house e data center. In tutto sono oltre 360 i programmi presenti sul mercato, all’interno di uno scenario frammentato e ancora vasto.

Leggi anche:  Metriche di valutazione e KPI per l’infrastruttura digitale