Qualcomm sfida Intel e ARM nel settore PC

Crescono le indiscrezioni sull’arrivo di un computer con a bordo il primo Snapdragon 1000, processore dedicato a desktop e notebook per la massa

Qualcomm ha fatto il suo debutto nel mondo dei computer, almeno sulla carta, tramite la partnership con Microsoft per lo sviluppo dei dispostivi Always Connected. Si tratta di portatili ultraleggeri e performanti che, come smartphone e tablet, sono perennemente collegati alla rete. Il ruolo della compagnia in tale progetto è nella fornitura di processori adattati per la piattaforma Windows, in grado di ottimizzare la durata della batteria nell’arco della giornata.

La notizia è che Qualcomm non si vuole fermare qua. Nella strategia del gruppo c’è infatti lo Snapdragon 1000, primo chip creato appositamente per il settore PC desktop e notebook. Niente di ufficiale, sia chiaro, ma un’indiscrezione giunta alle orecchie del portale tedesco WinFuture.de, sempre molto vicino a questione legate a Redmond.

Cosa sappiamo

Stando alle voci, lo Snapdragon 1000 poggerebbe su una piattaforma con 16 GB di memoria RAM; due moduli di storage da 128 GB, connettività 802.11ad di classe gigabit, LTE e architettura Cortex-A76. Si tratta, come detto, di un esperimento interessante proprio perché mai Qualcomm aveva dedicato parte del suo lavoro alla produzione di un hardware al di fuori del contesto mobile.

Gli attesi Always Connected PC hanno infatti un processore Snapdragon 850 che non è altro che una versione overclockata dell’835, mentre il 1000 nascerebbe con una destinazione d’uso ben precisa e dedicata. In tale ottica, Qualcomm potrebbe pestare i piedi sia a ARM che a Intel, con quest’ultima che gioca un ruolo di assoluto rilievo nel mercato dei notebook per la massa, con le generazioni Y e U di norma dedicate a prodotti dalle prestazioni medie e dall’elevata autonomia.

Leggi anche:  Apple potrebbe non includere gli auricolari nella confezione dell’iPhone 12