Enterprise, si inaugura la nuova ala di uffici della Sede di Roma

Enterprise, si inaugura la nuova ala di uffici della Sede di Roma

L’immateriale dei software bancari, core business dell’azienda, si materializza attraverso
una mostra ‘site specific’ studiata per la nuova sede

Enterprise, l’azienda italiana leader in Italia e all’estero nella produzione di software per il
settore finance e banking, apre le porte dei suoi nuovi Uffici di Roma il prossimo 24
maggio e lo fa affermando ancora una volta la propria vocazione di mettere al centro del
suo sistema di valori la cultura del bello.

Nata nel 1995 con uno spin-off di professionisti provenienti dal settore bancario e
dell’Information Technology, Enterprise ha avuto nel tempo una crescita costante con una
fidelizzazione di clienti in tutto il mondo – oltre 250 istituti bancari – in relazione alla qualità
dei prodotti e dei servizi erogati, che l’ha portata ad avere una struttura operativa
territoriale articolata e diffusa: oggi affiancano gli Headquarter di Roma le Branch di
Milano e Torino, a cui si è aggiunta nel 2013 la Subsidiary di Dubai KBS Emirates.
Alla sua guida fin dall’inizio una donna carismatica e una professionista attenta e
coraggiosa, la Dottoressa Marisa Casale, CEO e Amministratore Delegato. Fin da
subito elemento chiave dell’azienda grazie ad un solido know how acquisito in nove anni
di esperienza nel settore commerciale bancario di Engineering Group e alle sue notevoli
capacità imprenditoriali, Marisa Casale ha guidato l’intero percorso evolutivo di Enterprise
conseguendo successi crescenti e delineando importanti scenari di sviluppo, al punto che
è riuscita nella non facile impresa di far annoverare tra i suoi clienti i maggiori Istituti di
credito nazionali e a espandere il mercato ben oltre i nostri confini, guardando soprattutto
ai dinamici paesi dell’area mediorientale.

Leggi anche:  Impresoft Group acquisisce OpenSymbol e NextCRM

Da Roma, Enterprise guarda al mondo e lo fa da uno spazio, anche fisico, privilegiato.
Nella migliore tradizione delle imprese più illuminate, l’impegno nella qualità si manifesta
anche attraverso una cura dello spazio del lavoro e dei suoi valori ambientali e culturali,
che si traduce in un’attenzione massima alle persone e al territorio. Se la prima azione è
stata quella di rinnovare con un intervento architettonico mirato e qualificato, ad opera
dello studio Spazi Multipli, gli interni e il giardino della sede preesistente,
riammodernandola e adeguandola agli standard più evoluti, facendone un ambiente
contemporaneo versatile e stimolante, con altrettanta capacità di visione e sensibilità,
Marisa Casale ha voluto affiancare ciò che preesiste il progetto di un edificio del
tutto nuovo destinato ad ospitare un’ala speciale dell’azienda. La nuova costruzione,
appena terminata, sempre su progetto di Spazi Multipli, si inserisce armonicamente
nel paesaggio, affiancando la struttura originaria, come una navicella sospesa, riportando
a Roma l’architettura contemporanea di qualità secondo le chiavi di condivisione e
trasparenza che Enterprise utilizza da sempre nel suo modo di operare.

La “Navicella sospesa”, così denominata per la sua struttura in aggetto molto
caratterizzante, è una pertinenza indipendente di 250 mq, su due livelli, con ingresso
dalla sommità della collina a est, in via Eufrate, a pochi passi dalla basilica dei Santi Pietro
e Paolo in stile razionalista, affacciata con ampia vetrata che dà l’accesso a una loggia
verso valle e un sottostante piano più ampio, in intonaco e tufo, a seguire il fronte dei
preesistenti muri di contenimento della via, al di sotto della quota stradale. Destinata a
ospitare attività direzionali avanzate, è stata concepita come uno spazio aperto trasversale
e variato che ben si presta a diventare all’occasione anche contenitore, secondo le
virtuose strategie aziendali, di espressioni espositive e di approfondimento legate ai
linguaggi dell’arte contemporanea.

Leggi anche:  Kemp acquisisce Flowmon per le capacità di Predictive Network Performance Monitoring e Network Detection and Response

Ed è proprio con una mostra d’arte che la “Navicella sospesa” sarà inaugurata il 24
maggio accogliendo nei suoi spazi interni ed esterni la rassegna “Materiale
immateriale” a cura di Melania Rossi, una serie di opere di artisti che interpretano lo
spazio architettonico e, insieme, la dialettica tra tangibile e intangibile che è la pratica
quotidiana di un’azienda come Enterprise. Sono proprio le parole di Marisa Casale a
esprimere al meglio il valore di un’operazione come questa: “Siamo felici e orgogliosi di
inaugurare i nuovi spazi di Enterprise all’insegna dell’architettura e dell’arte
contemporanea. Da quando è nata, l’azienda ha sviluppato una vocazione che la porta a
essere interprete attiva di istanze imprescindibili per una società delle nostre dimensioni
come qualità dello spazio di lavoro, trasparenza e condivisione degli ambienti per iniziative
culturali aperte al pubblico. Sono tutti obiettivi che Enterprise si è data, riassunti
emblematicamente in questa nuova architettura che vuole anche essere un contributo al
dialogo sul contemporaneo in una città come Roma”.

L’inaugurazione della nuova sede di Enterprise si conferma per l’azienda occasione
preziosa e sostanziale di comunicazione della sua mission sulla scena dell’imprenditoria
italiana e internazionale, espressione di cura massima nell’organizzazione e nella qualità
del lavoro e manifestazione alta di cultura d’impresa estesa al territorio. Si può parlare per
Enterprise di un nuovo umanesimo e di un rinnovato mecenatismo che esprimono un
modo di lavorare e fare business in maniera responsabile, attraverso modalità di
condivisione e creatività per sostenere il presente e assicurare un futuro migliore, dove il
profitto torna a essere strumento prezioso di cultura.