Econocom, mobility as a service

Econocom, mobility as a service

Econocom lancia BOS, il servizio modulare su abbonamento per la mobilità aziendale

Econocom è un player a livello europeo in grado di abilitare la trasformazione digitale delle aziende grazie a un business model unico as a service, che consente l’accesso a soluzioni tecnologiche, costantemente arricchite in ottica di servitization ed erogate attraverso modelli di abbonamento, adattandosi all’utilizzo effettivo da parte degli utenti e alle esigenze di evoluzione tecnologica delle imprese. Progetta, integra e sostiene quindi l’innovazione accelerando la trasformazione digitale delle aziende. Econocom ha da poco annunciato un servizio che agevola lo sviluppo del lavoro in mobilità e il passaggio a questa nuova forma di produttività.

Un fenomeno sempre più importante che implica una trasformazione dell’approccio al
lavoro, che non può prescindere dall’adozione di dotazioni tecnologiche funzionali, dalla responsabilizzazione e dalla flessibilità. Secondo i dati dell’Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano sono circa 570mila gli smart worker in Italia nel 2019. Un dato in continuo aumento, con una crescita del 20% rispetto all’anno passato.

In questo contesto, Econocom abilita e semplifica l’introduzione di progetti di mobilità che
rispondono alle specifiche esigenze dei propri clienti e dei dipendenti 2.0, garantendo la migliore user experience, grazie alla sua ultima soluzione – BOS (Business Optimization Services) – che mette a disposizione degli utenti i modelli di smartphone e tablet più recenti. BOS è un modello di abbonamento unico e flessibile che dall’analisi delle esigenze del cliente, attraverso una valutazione tecnologica e finanziaria, individua la soluzione più adatta, che dal ritiro e dallo smaltimento dei device obsoleti arriva fino alla cancellazione
certificata dei dati, passando per sviluppo e configurazione graduale delle tecnologie.

Leggi anche:  Sostenibilità e misure per il clima sono le principali tendenze per i data center nel 2022

Un servizio che consente alle aziende di adattare le spese alle esigenze reali e rimanere
all’interno dei vincoli di budget, preservando le attività operative dall’obsolescenza
tipica delle tecnologie digitali e superando le eventuali preoccupazioni relative alla carenza di risorse economiche, che, come evidenziato dal report 2019 di Assintel “Il mercato
ICT e l’evoluzione digitale in Italia”, possono condurre le aziende a bloccare o a non intraprendere investimenti legati alla trasformazione digitale.

Per coglierne appieno i benefici, questo presuppone un cambio culturale, un percorso
nel quale le aziende vanno accompagnate. Ecco perché Econocom aiuta le organizzazioni
nei propri percorsi di introduzione dei progetti di mobilità anche attraverso soluzioni digitali
end-to-end per lo smart workspace, disegnate per garantire un’esperienza seamless, modelli di lavoro smart ed eccellenza operativa, creando spazi in cui tecnologie e persone si
incontrano. Ne è un esempio concreto la nuova sede di Milano, l’Econocom Village, concepito come smart building che mette al centro le persone. Si pone, infatti, come luogo che offre e diffonde l’esperienza digitale all’esterno, a beneficio della città, a cui apre le porte per essere visitato.