Sundar Pichai è ora CEO di Alphabet

I due co-fondatori, Page e Brin restano nel CdA del gruppo americano, lasciando però lo scettro di amministratore all’attuale CEO di Google

Il CEO di Google, Sundar Pichai è ora amministratore delegato di tutta Alphabet, la società madre di Big G. Come parte della trasformazione del colosso della ricerca, i cofondatori Larry Page e Sergey Brin, che in precedenza avevano ricoperto rispettivamente la carica di CEO e presidente di Alphabet, abbandoneranno i loro ruoli. Page e Brin intendono continuare a svolgere il loro compito come membri del consiglio di amministrazione ma lasceranno a Pichai lo scettro, almeno quello ufficiale.

Se i prodotti principali come la ricerca web, gli annunci online e YouTube rientrano nell’ambito di Google, Alphabet contiene aziende ben più ampie, tra cui la fabbrica X Moonshot che lavora ai robot, l’iniziativa di assistenza sanitaria Verily e il servizio di consegna di droni Wing e Loon, che usano dirigibili per portare Internet in località remote.

Cosa cambia? Niente

Page e Brin hanno ricordato che il cambiamento è stato fatto per «semplificare la nostra struttura di gestione» e perché non vedono più la necessità di essere coinvolti nella gestione quotidiana della società, che hanno fondato nel settembre del 1998. «Non siamo mai stati quelli a cui piace aggrapparsi a ruoli manageriali quando pensiamo che ci sia un modo migliore per gestire l’azienda. E Alphabet e Google non hanno più bisogno di due amministratori delegati e un presidente» si legge in una lettera congiunta.

In qualità di CEO di Alphabet e Google, Pichai controllerà sia il conglomerato di investimenti in Ricerca e Sviluppo che le principali iniziative dell’azienda come Google Cloud Platform e il sistema operativo Android. Pichai è un dipendente di Google da 15 anni. Nel 2014 è stato nominato responsabile di tutti i prodotti e piattaforme ed è diventato CEO nell’agosto 2015, quando Page e Brin hanno costituito la società ombrello Alphabet.

Leggi anche:  Top 100, il futuro è delle donne