Le reti wireless 5G abiliteranno la prossima ondata di intelligenza artificiale, automazione e tecnologia immersiva

Lavorare da casa: un bilancio dopo un anno di pandemia

Praticamente impossibile essersi persi la notizia del lancio della rete wireless 5G, tecnologia che collegherà presto tutti i dispositivi mobili, i wearable e gli oggetti intelligenti nelle case, negli uffici e nelle città. L’arrivo del 5G accelererà notevolmente gli sviluppi dell’era digitale che stiamo vivendo

A cura di Massimo Dino Ceresoli, Head of Global Services Southern Europe di Orange Business Services

I fornitori di rete in tutto il mondo stanno lanciando reti 5G in grado di connettere i dispositivi 5G già disponibili: sono pochissimi in realtà quelli già collegati alle nuove reti, cosa che consente ai provider di vantare velocità di download sopra 1 Gbps. Un numero fino a dieci volte superiore alla velocità della banda larga “superveloce” generalmente a disposizione degli utenti che si appoggiano a uno dei provider principali, che si attesta a circa 50-100 Mbps per i collegamenti domestici, da dividere tra tutti gli occupanti, come una giovane famiglia “affamata di dati” o un gruppo di studenti.

Anche se velocità dati più elevate consentiranno nuovi casi d’uso – inclusa la sostituzione dei servizi a banda larga via cavo esistenti – la mia premessa è che la velocità di trasmissione dei dati non è il vero valore del 5G.

Il vero valore della tecnologia 5G risiede in vantaggi molto meno pubblicizzati dai dipartimenti di marketing – e persino dalla stampa specializzata.

Due vantaggi fondamentali introdotti dal 5G

  • Le reti 5G, in combinazione con edge computing, ridurranno notevolmente i ritardi introdotti dalla rete

Grazie ai miglioramenti nelle tecnologie di trasmissione dei dati, il 5G ridurrà il tempo di trasmissione da dispositivo a cella telefonica a meno di 1 millisecondo. Con l’integrazione del edge computing, questo renderà disponibili applicazioni veramente in tempo reale, ovunque. Ciò è essenziale per l’automazione, che richiede tempi di reazione più rapidi di quelli umani.

  • Le reti 5G garantiranno la capacità di trasmissione dei dati critici
Leggi anche:  Il modem ricevuto va restituito: sentenza del Tar

Il 5G ha il concetto di network slicing integrato. Questa tecnologia garantirà “porzioni” di capacità di rete per specifiche applicazioni, così che tutti i dati ritenuti critici per la sicurezza arriveranno a destinazione secondo i termini contrattuali previsti dal fornitore di servizi.

Questi vantaggi posizionano il 5G come fattore abilitante per la prossima ondata di tecnologia

Il 5G sarà la base e la piattaforma abilitante per una serie di rivoluzioni tecnologiche nel prossimo decennio – e oltre.

  • Veicoli autonomi di livello 4 e 5
    I veicoli senza conducente sono classificati in base al loro livello di autonomia. Il livello 4 è l’autonomia totale (nessun conducente) all’interno di un’area geografica piccola e controllata (come un centro città o un grande campus) mentre l’autonomia di livello 5 consente al veicolo di guidare autonomamente ovunque. A questi livelli il guidatore può mettersi in auto e rilassarsi o finire una presentazione in PowerPoint mentre il veicolo lo porta al lavoro. A questi livelli di autonomia, i veicoli dovranno andare oltre la semplice scansione dell’ambiente tramite scanner e fotocamere a infrarossi, come già fanno le auto moderne, ma anche interagire con l’ambiente, i sensori e gli altri veicoli in tempo reale per garantire il massimo livello di sicurezza per gli occupanti. Ciò sarà cruciale in un mondo ibrido di veicoli tradizionali e a guida autonoma.
  • Robotica e automazione come finora le abbiamo viste solo grazie alla Computer Graphics e alla fantascienza
    Molti avranno visto i video condivisi su YouTube che mostrano i progressi compiuti nella mobilità e nella destrezza dei robot di Boston Dynamics negli Stati Uniti. Avrete anche visto i progressi fatti dai maggiori player di intelligenza artificiale (IA) nella nostra vita quotidiana. Al di là dell’ipotetico rischio di creare un robot che decide all’improvviso che non siamo più suoi amici, uno dei motivi principali per cui un robot molto avanzato – che combina mobilità, destrezza e intelligenza – non è ancora stato commercializzato è la mancanza di capacità di interagire allo stesso tempo con l’ambiente e i dati che si trovano nel cloud, in tempo reale. Le macchine e i robot negli impianti collegati al 5G trarranno vantaggio da una connettività end-to-end molto più rapida e, pertanto, saranno possibili modifiche al loro carico di lavoro o ai loro metodi in tempo reale. Personalmente, non credo che questi sviluppi porteranno i robot a camminare per le strade in stile “Io, Robot” nel breve o medio termine. Tuttavia, mi aspetto un salto in avanti nelle capacità di automazione nell’industria e negli ambienti tecnologici operativi (OT): a trarre il massimo beneficio dall’implementazione del 5G saranno le linee di produzione e la logistica.
  • Servizi di gioco online/in streaming coinvolgenti quanto le principali console
    Tradizionalmente i giochi online/in streaming non reggevano il confronto con le principali console a causa della larghezza di banda e dei problemi di ritardo tra il giocatore e il cloud (dove avviene l’elaborazione). Il gaming è un’area in cui qualsiasi ritardo (anche solo pochi millisecondi) influisce sulla fruibilità del gioco stesso. Non è un caso che i principali attori come Google (con Stadia) e Microsoft (con X-Cloud) abbiano atteso finora, con le reti 5G nella loro distribuzione iniziale, per lanciare le loro piattaforme. Altre offerte seguiranno da parte dei grandi player, che si preparano a sfruttare il vantaggio del 5G. Questi casi d’uso guideranno i primi utenti sulle piattaforme 5G e contemporaneamente sulle piattaforme di gioco online: le due cose devono procedere insieme per far crescere l’early adoption.
  • Realtà virtuale e aumentata straordinariamente ricca e fluida (VR e AR), ovunque siate Non è un caso che aziende come HTC in Corea abbiano sostanzialmente scommesso il loro intero futuro sulla realtà virtuale o che Google abbia appena lanciato una nuova versione della sua catena di strumenti per la realtà aumentata, in parallelo con le implementazioni globali del 5G. Proprio come nel caso dei giochi online, l’accesso in tempo reale alle risorse cloud tramite 5G aumenterà in modo esponenziale rendendo coinvolgenti e ricche queste applicazioni – l’esperienza dell’utente migliorerà, eliminando i ritardi attualmente causati dalla latenza e dalla bassa velocità di trasmissione dati. Anche in questo caso, i fornitori di VR e AR probabilmente collaboreranno con i provider 5G per incoraggiare l’early adoption.
Leggi anche:  Capgemini, in arrivo i primi servizi Edge e 5G

Quali sono le principali sfide che dobbiamo affrontare per questo grande salto in avanti?

Gli integratori di servizi globali – ma anche la società stessa – si trovano di fronte a molte sfide.

  • Il deployment globale del 5G. La velocità di implementazione e copertura varierà in base alla collocazione geografica nei prossimi 3-5 anni.
  • La produzione e il lancio di dispositivi con capacità 5G saranno scaglionati. Ad esempio, allo stato attuale Apple non intende rilasciare un dispositivo con capacità 5G prima del Q4 2020. Ciò avrà un impatto sulle opportunità commerciali del 5G nelle prime fasi e potrebbe anche influire sulla velocità di implementazione del 5G.
  • Molti dei casi d’uso basati sull’automazione consentiti dal 5G dipenderanno da sviluppi tecnologici paralleli, ad esempio nella sicurezza informatica.
  • Man mano che il mondo diventa sempre più connesso, automatizzato e a rischio sicurezza, l’adozione di una strategia di sicurezza informatica estremamente solida diventa obbligatoria. L’utente di un veicolo automatizzato deve essere sicuro al 100% che nessun hacker adolescente sarà in grado di frenare all’improvviso per scherzo – o peggio, premere sull’acceleratore.
  • Ci saranno sempre “incidenti di percorso” nello sviluppo dell’automazione e dell’intelligenza artificiale di prossima generazione: l’impatto sulla società, la regolamentazione governativa, eccetera, dovranno essere attentamente considerati.

In conclusione, ho grandi aspettative sul 5G come abilitatore della prossima fase della rivoluzione tecnologica: non restiamo affascinati dalla sola velocità di download perchè non racconta l’intera storia della trasformazione e dei benefici che il 5G porterà.