Coronavirus, la risposta di R1 Group per contrastare il liquidity crunch: garantiti crediti e continuità contratti

Coronavirus, la risposta di R1 Group per contrastare il liquidity crunch: garantiti crediti e continuità contratti

R1 Group risponde all’appello di Camere di Commercio, Ordini professionali, associazioni di categoria. Stoppaccioli: “Vogliamo sostenere chi nel tempo ci ha aiutati nel nostro lavoro”

R1 Group esprime vicinanza a tutti i suoi fornitori e, grazie a risorse proprie ed alla sua capacità produttiva, garantisce la piena continuità aziendale anche in questo momento di emergenza nazionale.

Tutti i fornitori di R1 S.p.A. e delle società del Gruppo (R1 S.p.A. ,Eurome, gway, Cyber-Bee, R1 Lease e Trice) saranno pagati nei tempi e tutti i contratti in essere saranno regolarmente onorati nel rispetto delle date di scadenza, al fine di contrastare i rischi del liquidity crunch.

“Siamo tutti storditi dall’emergenza sanitaria e preoccupati dalle ripercussioni economiche – afferma Giancarlo Stoppaccioli, Presidente di R1 Group – ma è proprio ora che vogliamo e dobbiamo essere, ancora una volta, responsabili e fare la nostra parte per evitare che il sistema finanziario arrivi al collasso. Vogliamo sostenere chi nel tempo ci ha aiutati nel nostro lavoro, per garantire quella liquidità che consentirà di rispettare a loro volta scadenze e impegni”

Leggi anche:  Fitbit ora è un'azienda di Google