Mai dire mai: le spedizioni di smartwatch sono aumentate del 20%

Watch Series 6, il prossimo modello di orologio connesso della Mela, sembra essere confermato dagli elenchi dei database

Nonostante i numeri siano ancora bassi, il settore vede un incremento importante nel primo trimestre dell’anno, quello dello scoppio del Covid-19

Secondo un rapporto di Strategy Analytics, le spedizioni globali di smartwatch sono cresciute del 20% nell’ultimo anno. In termini di unità effettive, si passa dagli 11,4 milioni del primo trimestre 2019, ai 13,7 del primo del 2020. Per dare una prospettiva, IDC ha riscontrato che le spedizioni mondiali di smartphone sono diminuite  dell’11,7% nel primo trimestre di quest’anno, dunque pare che la tipologia di spesa hi-tech dei consumatori sia virata verso i wearable. Nonostante ciò, ci sono ancora 275,8 milioni di telefonini spediti a livello globale, ossia oltre venti volte il numero che riguarda gli orologi intelligenti. Cosa vuol dire? Beh, che la saturazione per questa tipologia di settore è ancora ben lungi dall’essere raggiunta. Più che altro, la domanda da farsi è: come mai la gente ha comprato più smartwatch durante questi mesi di pandemia?

Un settore in aumento

Steven Waltzer, Senior Analyst presso Strategy Analytics, ha affermato che “nonostante i forti venti contrari del Covid-19, molti consumatori hanno utilizzato gli smartwatch per monitorare la propria salute e fitness durante il blocco dei virus”. Vale la pena ricordare che i dati espressi da Strategy Analytics riguardano i mesi di gennaio, febbraio e marzo, ossia l’inizio della pandemia in Occidente. Il vero test per la resilienza del mercato degli smartwatch riguarderà quindi le vendite del secondo trimestre. Ad ogni modo: quali marchi hanno registrato le migliori spedizioni?

Non sorprende che il re sia ancora l’Apple Watch. Rispetto a questo periodo dell’anno scorso, le spedizioni di orologi dell’azienda sono aumentate del 23%. Nei primi tre mesi di quest’anno, Apple ha venduto 7,6 milioni di smartwatch, in aumento rispetto ai 6,2 milioni dello stesso periodo del 2019. Ciò conferisce alla Mela una quota di mercato del 55%, rispetto al 54% dell’anno scorso. I due podi successivi sono occupati da Samsung e Garmin. In particolare, la coreana ha visto le sue spedizioni salire da 1,7 milioni nel 2019 a 1,9 milioni quest’anno. Tuttavia, il colosso tecnologico ha perso un punto nella fetta occupata, dal 15% al ​​14%. L’entrata a sorpresa è dunque Garmin. La società ha raggiunto il terzo posto nella spedizione di smartwatch per la prima volta in due anni, con 1,1 milioni di prodotti nel primo trimestre del 2020, e un aumento del 38% rispetto agli 0,8 milioni con cui ha concluso l’anno scorso. Uno dei motivi è il successo dei nuovi modelli, come il Venu.

Leggi anche:  Il CFO moderno, da responsabile finanziario ad agente del cambiamento aziendale