IBM: digitale, tecnologia e persone. Così usciremo dalla crisi

Ripartire dalle idee emerse nel corso dell’annuale Think Digital Summit

Una crisi economica completamente diversa da tutte quelle che l’hanno preceduta. Con settori in ginocchio, altri ridimensionati e alcuni che stanno conoscendo un imprevedibile sviluppo. Un post-lockdown le cui risposte non potranno essere il copia incolla di formule schiacciate sul contingente senza alcuna visione sul medio-lungo periodo. Gli stanziamenti europei, in parte ancora da definire nella loro entità, altri già disponibili per far ripartire investimenti e occupazione rappresentano per l’Italia un’occasione da non perdere. E anche se di ricette facili non se ne vedono all’orizzonte, alcuni punti fermi iniziano a delinearsi. Validi anche in questa fase. Digitale. Tecnologie e persone. Sono le leve della ripartenza ribadite in occasione del Think Digital Summit, annuale appuntamento organizzato da IBM, ideato per mettere a confronto protagonisti autorevoli del mondo economico, imprenditoriale e politico.

«Questa pandemia ci ha insegnato tante cose» ha esordito Enrico Cereda, Presidente e Amministratore Delegato di IBM Italia. «Anzitutto il legame strettissimo tra la salute di tutti noi e l’economia. Abbiamo visto gli effetti sul Pil e nei prossimi mesi sul lavoro. Ma sono sicuro che ci saranno anche opportunità. L’importanza, ad esempio, negli ultimi mesi del lavoro da casa per dare continuità alle nostre operations». Un contributo importante ma non ancora sufficiente. Troppi ancora i processi cartacei. Da snellire. «C’è ancora da lavorare per digitalizzare i processi delle nostre aziende e della PA – sottolinea Cereda. Con processi nuovi ridisegnati sul digitale. Cloud e intelligenza artificiale possono esserci d’aiuto».

Workflow e workforce

In tema di workforce Cereda rimarca l’importanza della formazione, fondamentale per il futuro del Paese. «Nel corso degli ultimi mesi abbiamo affiancato il ministero dell’Istruzione con un progetto ambizioso di scuola a distanza in collaborazione con Cisco. Prima della pandemia abbiamo inaugurato il progetto P-Tech a Taranto, per permettere ai giovani studenti della scuola secondaria di accedere a una scuola d’avanguardia. L’abbinamento tra capitale umano, lavoro e macchine, workforce e workflow, ci permetterà di crescere e superare le difficoltà delle prossime settimane. La ricetta? Lavorare sempre più a stretto contatto con il privato e le istituzioni, facendo ecosistema. Un grande progetto per portare valore sfruttando le tecnologie digitali e la formazione».

Leggi anche:  LIFEdata chiude la campagna di crowdfunding con un overfunding del 1288%

Connettività

A partire dalle infrastrutture essenziali per il nostro Paese. «Sono convinta che sia necessario rendere possibile a ogni cittadino in tutto il nostro Paese di disporre al più presto di una connettività sicura e efficiente ha dichiarato Paola Pisano, Ministro dell’innovazione tecnologica e digitalizzazione. «Una condizione indispensabile per la creazione di servizi digitali come reso evidente dalla condizione di emergenza che abbiamo attraversato e stiamo ancora attraversando a causa del Covid-19. E sempre in tema di infrastrutture ha aggiunto: «Se vogliamo un Paese digitale dobbiamo investire non solo nella digitalizzazione dei servizi ma anche nella cybersecurity e nel cloud. Della PA e del Paese. Essenziali per la sicurezza dei nostri dati e dei nostri servizi. E quindi della sicurezza dei nostri cittadini».

Dopo gli interventi della prima mattinata spazio alle tavole rotonde dedicate all’analisi dell’evoluzione di settori cruciali dell’economia italiana – banche e assicurazioni, commercio e retail – chiamati a ripensare il loro modo di fare impresa, ripartendo come auspicato da IBM dalle persone e dalle loro esigenze. Nel pomeriggio spazio infine alle sessioni parallele – Business Continuity, Cybersecurity e Smart Working – dedicate all’analisi di approcci e strumenti più adatti ad affrontare la sfida del digitale in ogni settore d’impresa. Sessioni[1] moderate da un folto gruppo di esperti IBM e animate dalle testimonianze di importanti player come WINDTRE, Polynt Reichhold Group, Medtronic eReale ITES.


[1] Reperibili qui https://www.ibm.com/it-it/events/think-summit/index.html