Tecnologie digitali principale alleato del turismo post Covid secondo Minsait

Tecnologie digitali principale alleato del turismo post Covid secondo Minsait

L’ottimizzazione dei canali digitali e dell’e-commerce saranno fattori determinanti per il settore turistico italiano nell’estate post Covid19, mentre la digitalizzazione e l’automazione dei processi e delle operazioni contribuiranno ad aumentare la sicurezza riducendo i costi delle aziende

L’ottimizzazione dei canali digitali e dell’e-commerce saranno fattori determinanti per il settore turistico italiano nell’estate post Covid19 , mentre la digitalizzazione e l’automazione dei processi e delle operazioni contribuiranno ad aumentare la sicurezza riducendo i costi delle aziende. Questi sono alcuni degli ambiti nei quali la tecnologia digitale contribuirà a creare esperienze turistiche più sicure, competitive e sostenibili per guidare la ripresa del settore, secondo Minsait.

Il ruolo della tecnologia digitale come abilitatore di un turismo “intelligente” e sicuro è il tema centrale della tavola rotonda virtuale organizzata dalla società di tecnologia e consulenza insieme alla Camera di Commercio di Spagna in Italia. Alla sessione virtuale, che si terrà il 25 giugno, parteciperanno alcune delle aziende leader del settore turistico italiano, tra cui: Acquera, Alitalia, Costa Edutainment, Get your Guide, Musei Vaticani, NH Hotels e Trentino Marketing.

Il settore del turismo è uno dei più colpiti, sia in Italia che nel mondo, dalla pandemia causata da Covid19. Nello scenario più ottimistico, che prevede una ripresa dell’attività nel mese di luglio, l’Organizzazione Mondiale del Turismo stima un calo globale del 58% nel settore quest’anno. L’effetto sarà ancora più drammatico in Paesi come l’Italia, dove il settore rappresenta più del 13% del PIL e dà lavoro a un cittadino su sette.

In questo contesto, le tecnologie digitali diventano, secondo Minsait, il principale alleato del settore per mitigare l’impatto della pandemia rispondendo in modo più agile ed efficiente alle esigenze e alle richieste dei potenziali consumatori.

Leggi anche:  Fare i conti - e farli contare: come utilizzare l'IoT per migliorare la sostenibilità

“La ripresa del turismo richiede: l’adozione di modelli di rivalutazione delle esperienze con nuovi canali di promozione e di relazione in grado di facilitare una visione a 360º del turista; l’integrazione online e offline per gestire i diversi spazi in tempo reale e l’uso di tecniche analitiche avanzate per estrarre valore dalle interazioni del turista e anticipare le sue esigenze”, ha anticipato Giuseppe Catarinozzi, responsabile del mercato della Pubblica Amministrazione e Sanità di Minsait in Italia, che parteciperà alla tavola rotonda.

L’impatto economico locale del turismo “intelligente” e sicuro

Minsait sta già realizzando progetti di turismo “intelligente” in Spagna e in Italia con impatti positivi nelle economie locali. In Italia, la società ha sviluppato i portali, le applicazioni e i sistemi web della Regione Puglia e il portale culturale della Regione Campania per facilitare l’accesso ai diversi beni e servizi dell’ecosistema digitale di entrambi i territori. È anche il partner chiave nella digitalizzazione dei Musei Vaticani, il cui obiettivo è quello di integrare i servizi per migliorare la protezione delle opere e la sicurezza dei visitatori.

In Spagna, emergono progetti come “Smart Cammino”, basato su una piattaforma digitale con applicazioni mobili per guidare e risolvere tutte le esigenze informative dei pellegrini che percorrono il Cammino di Santiago. Questo progetto ha portato ad un aumento del 68,5% del numero di utenti del sito web nel 2018 (www.caminodesantiago.gal). Inoltre, il progetto di valorizzazione del patrimonio della provincia di Caceres potrà aumentare il numero di pernottamenti e visitatori nella regione fino al 5%, così come aumentare i posti di lavoro nel settore fino al 10%. Un altro progetto a Las Palmas, nelle isole Canarie, sta migliorando la gestione sostenibile dei servizi urbani, che si traducono in riduzioni del 15% dei costi di gestione delle aree verdi e dei giardini.

Leggi anche:  IBM acquisisce 7Summits

“La ripresa delle attività richiederà maggiore trasparenza e fiducia affinché i turisti tornino a visitare il nostro splendido Paese. Il contributo della tecnologia digitale è fondamentale in quanto consente una conoscenza approfondita dei viaggiatori e delle loro esigenze per offrire un’esperienza indimenticabile, personalizzata e sicura. Altro aspetto è la possibilità di integrare tutti i soggetti di questo ecosistema (dalle grandi alle piccolissime realtà) proprio grazie alle tecnologie digitali. È per questo che la parola e-commerce deve essere interpretata come “everywhere-commerce” ed “everyone-commerce”, ovvero un sistema che abilita nuove opportunità di business per gli operatori e nuovi servizi e nuove esperienze per i turisti”, afferma Sergio Scornavacca, responsabile Industry di Minsait in Italia e relatore della tavola rotonda.

Verso una gestione completa delle esperienze

Onesait Goverment Tourism, la piattaforma di Minsait per il settore, permette l’integrazione di tutti gli attori e sistemi attraverso soluzioni interoperabili e aperte in un modello di collaborazione tra il settore privato e le amministrazioni pubbliche che genera fiducia nei visitatori, migliora la reputazione delle destinazioni turistiche e facilita la definizione e l’implementazione delle misure necessarie che permettono di adattare i prodotti, i canali, le risorse, i servizi e le infrastrutture per offrire ogni tipo di garanzia e anticipare eventuali crisi.

Tra gli altri vantaggi, Onesait Government Tourism: consente una maggior valorizzazione del territorio; aumenta la sicurezza sanitaria dei visitatori nelle aree turistiche; riduce i costi di manutenzione del patrimonio culturale e facilita la pianificazione degli eventi attraverso l’analisi predittiva e la simulazione di scenari. Rilevante è anche il suo contributo alla crescita del tessuto economico locale, permettendo lo sviluppo di offerte combinate tra diverse aziende e il loro marketing per generare una proposta più attraente.

Leggi anche:  FINIX Technology Solutions, hub di trasformazione

È possibile richiedere l’iscrizione al webinar, che si terrà il 25 giugno alle ore 11.00, a questo link