Google Meet non limiterà le chiamate sui piani gratuiti prima del 2021

Google Meet non limiterà le chiamate sui piani gratuiti prima del 2021

Entrerà in vigore il prossimo marzo il limite che permetterà di sfruttare un massimo di 60 minuti per ogni call

Nell’era del boom del remote working, Google fa un passo indietro. Se in principio l’azienda aveva annunciato che gli utenti gratis di Meet avrebbero potuto usufruire di un massimo di 60 minuti per ogni chiamata a partire dal 1 ottobre, adesso lo stesso limite è stato spostato al marzo prossimo. Come ha spiegato la compagnia: “Visto che ci accingiamo a vivere una stagione con meno viaggi e più riunioni di famiglia e di lavoro online, vogliamo continuare ad aiutare coloro che si affidano a Meet a rimanere in contatto nei prossimi mesi.

Come segno del nostro impegno, le chiamate su Meet restano illimitate nella versione gratuita fino al 31 marzo 2021, per chiunque abbia un account Gmail”. Google ha costantemente aggiornato Meet quest’anno per mantenerlo competitivo con altri servizi di videoconferenza come Zoom, aggiungendo funzionalità come una visualizzazione della galleria simile a Zoom (che ora può mostrare fino a 49 persone contemporaneamente ) e la sfocatura dello sfondo.

La nuova normalità delle call

Il 30 settembre segna anche il momento in cui i clienti di G Suite e G Suite for Education perderanno l’accesso gratuito ad alcune funzionalità avanzate di Google Meet, come l’hosting di riunioni con un massimo di 250 partecipanti e la possibilità di salvare le registrazioni delle riunioni su Google Drive. In tal caso, l’accesso gratuito non verrà esteso. “Quando abbiamo riprogettato il servizio che avevamo creato per riunioni di lavoro sicure e lo abbiamo reso disponibile a tutti, con chiamate illimitate.

Quindi le persone possono continuare a godere degli stessi vantaggi dei nostri utenti aziendali con il loro account Google esistente. Sono state aggiunte anche un sacco di esperienze a Meet per rendere la connessione più divertente e produttiva. Ci auguriamo che questi aggiornamenti aiutino a fare di più a casa, al lavoro e ovunque ci si trovi. Basterà aprire l’app o andare su meet.google.com dal browser per avviare una chiamata” ha concluso l’azienda.

Leggi anche:  HPE Ezmeral, nuovo brand e portfolio software per accelerare la trasformazione digitale guidata dai dati