Exprivia ottiene un finanziamento bancario a medio termine di 20 milioni di euro

Exprivia ottiene un finanziamento bancario a medio termine di 20 milioni di euro

Exprivia ha ottenuto un prestito di 20 milioni di euro con garanzia Sace da un pool di banche del territorio

In data odierna Exprivia S.p.A. ha sottoscritto con un pool di banche costituito da Banca Popolare di Puglia e Basilicata S.c.p.a., nel ruolo di arranger e finanziatrice, Banca Popolare Pugliese S.c.p.a. nel ruolo di finanziatrice, Banca Finanziaria Internazionale S.p.A. nel ruolo di banca agente e SACE Agent, un contratto di finanziamento, costituito da una linea di credito a medio termine per cassa, pari a 20 milioni di euro, da rimborsare entro sei anni, di cui due di preammortamento.

L’operazione è finalizzata a sostenere gli investimenti e a finanziare il capitale circolante post impatto Covid- 19, ed è assistita dalla Garanzia Italia emessa in tempi brevi da SACE, a garanzia del 90% dell’importo del finanziamento, ai sensi del Decreto Liquidità (D.L. n.23 del 08/04/2020 convertito in Legge n.40 del 05/06/2020).

Il Finanziamento prevede condizioni, impegni e termini contrattuali in linea con gli standard per il mercato del credito bancario per finanziamenti di pari importo e durata, oltre che il divieto alla distribuzione di dividendi e/o all’acquisto di azioni proprie nei 12 mesi successivi alla data di Richiesta del Finanziamento, come previsto dal Decreto Liquidità; successivamente è prevista una limitazione alla distribuzione di dividendi, che non potranno eccedere il 25% dell’utile netto.

Il pool di banche è stato assistito dallo studio legale Simmons & Simmons LLP.

“Siamo molto soddisfatti di aver ottenuto questo finanziamento – afferma Donato Dalbis, direttore Area Finanza di Exprivia – che ci consente di rafforzare la struttura finanziaria della società in un periodo particolarmente critico per l’Economia globale.  Abbiamo lavorato molto bene con le banche del pool, con la banca agente e con SACE a conferma della fiducia riposta nel nostro gruppo e del ruolo di rilievo che possono giocare le banche del territorio.”

Leggi anche:  ADICO annuncia la sua nuova realtà