Mead Informatica, servizi per un’azienda più sicura

Mead Informatica, servizi per un'azienda più sicura

La cybersecurity è una delle aree di punta del system integrator, che propone soluzioni per consentire alle imprese di migliorare la sicurezza dei propri sistemi

Ventisei anni di storia, oltre cento addetti, quattro sedi – Reggio Emilia, Marcon (Ve), Agrate Brianza (Mb) e Roma – e competenze in costante crescita. Questi sono alcuni elementi che caratterizzano Mead Informatica, system integrator che ha nella cybersecurity una delle proprie aree di punta. «Siamo una realtà nata per occuparsi di reti, quando Internet doveva ancora diffondersi» – racconta Fabio Tolomelli, direttore marketing strategico di Mead Informatica. «Abbiamo aggiunto, in seguito, servizi in materia di sicurezza, in area data center e unified communication. Tre anni fa, abbiamo costituito la business unit cybersecurity, dopo aver affrontato un percorso di formazione e certificazione. Oggi, abbiamo le competenze utili a soddisfare le necessità delle imprese su ogni elemento della loro infrastruttura tecnologica».

Secondo Lisa Bassetto, direttore commerciale di Mead Informatica, molti sono i punti di forza dell’azienda: «La competenza tecnica, che ci viene riconosciuta dai clienti, realtà di fascia alta, con infrastrutture complesse. Abbiamo anche competenze forti nel selezionare soluzioni innovative in grado di ritagliarci nuovi ambiti distintivi che ci differenziano dai competitor, soluzioni che ben si integrano nei nostri processi, per rendere disponibili servizi sempre più completi».

FOCUS SULLA SICUREZZA

Se la sicurezza fosse solo una questione di tecnologia, ogni problema oggi sarebbe risolto – spiega Tolomelli – «perché nel mondo le soluzioni tecnologiche non mancano, come non ci mancano né i brand emergenti né i best of breed. Quello che ci distingue è la capacità di sfruttare le competenze per aiutare le imprese a fare proprio un approccio basato sulla resilienza, per affrontare correttamente gli attacchi. La capacità di integrare le tecnologie di diversi vendor, di farle “parlare insieme”, ci permette di aiutare le aziende a condividere questo approccio». Un altro elemento che contraddistingue Mead è la presenza capillare della forza commerciale su tutto il territorio nazionale, per essere sempre più vicini e fornire un supporto costante ai propri clienti.

Tra i servizi di Mead più interessanti in area cybersecurity è da segnalare il servizio di security assessment Password Health Check. Le password deboli sono ancora oggi tra le minacce più gravi alla sicurezza del sistema aziendale. Molti utenti scelgono password semplici da ricordare ma altrettanto facili da violare. Il servizio di password Health Check offre all’impresa un quadro generale sullo stato di robustezza delle password e identifica le aree di debolezza in modo da porre immediato rimedio. Grazie a un algoritmo, sarà possibile verificare se gli indirizzi e-mail aziendali siano stati vittima in passato di data breach e rimediare alle compromissioni di sicurezza.

Leggi anche:  Blocco dei licenziamenti e dirigenti, i giudici si dividono

MONITORAGGIO E CONSOLIDAMENTO

Il servizio Mead Vulnerability Management, invece, permette alle aziende di monitorare costantemente la propria esposizione ai rischi, per indirizzare correttamente attenzione e risorse e predisporre le contromisure. Questo servizio è erogato dal Security Operation Center (SOC) di Mead e può analizzare tutte le superfici di attacco di un’organizzazione. Il SOC di Mead riceve, in formato sicuro, le informazioni provenienti dall’infrastruttura del cliente e rende disponibile la reportistica necessaria, personalizzata rispetto alla tipologia di business. Il SOC Mead è in grado di segnalare all’azienda cliente le falle di sicurezza più importanti per prendere immediati provvedimenti. Uno dei servizi di punta di Mead è la Cyber Security Control Room, che consente di controllare i movimenti insoliti che coinvolgono i dati aziendali sia on premise sia sul cloud. L’azienda mette a disposizione un team specializzato che valuta le anomalie e interagisce con il cliente per rimediare. Il tutto senza dover rivedere gli investimenti già fatti in termini di infrastruttura di sicurezza, ma rafforzando le configurazioni man mano che le anomalie vengono rilevate.