Il Galaxy S21 con Exynos 2100 compare su Geekbench

Samsung anticipa il Galaxy S22 in un video

Il processore che sarà montato a bordo del prossimo Galaxy S21 di Samsung si mostra nei risultati di performance

Non dovrebbe mancare molto alla presentazione della nuova gamma di Galaxy S21, che Samsung svelerà durante un evento online il 14 gennaio. Ed è il motivo per il quale stanno comparendo online un bel po’ di informazioni sull’hardware a riguardo, oggi in modo particolare inerenti al processore. Sarà l’Exynos 2100 a potenziare tutte le tre varianti dello smartphone, base, Plus e Ultra, almeno nelle versioni asiatiche e americane del dispositivo.

Da noi invece, come di consueto, vi sarà la controparte Qualcomm Snapdragon, considerata migliore o peggiore dell’alternativa Exynos, a seconda delle convenienze. Nelle ultime ore, proprio il chip Exynos ha fatto capolino su alcuni risultati di performance di Geekbench, di norma utilizzato per comparare i vari hardware mobili sul mercato.

Come sarà l’Exynos 2100

La prima indiscrezioni arriva dal leaker di Twitter Abhishek Yadav che posta l’evidenza secondo cui il Samsung Galaxy S21 Ultra riesce a ottenere un punteggio singolo e multi-core pari a 828 e 2.897, rispettivamente. È abbastanza deludente, considerando che l’Exynos 2100 è riuscito a raggiungere punteggi molto più alti nei test precedenti. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che il dispositivo funziona anche in modalità di risparmio della batteria.

Tuttavia, un secondo elenco di Geekbench sembra dare evidenze migliori. Scoperto da un altro leaker di Twitter, Mukul Sharma, si afferma che il Galaxy S21 Ultra alimentato da Exynos 2100 ha ottenuto rispettivamente 1.006 e 3.059 nel punteggio single e multi-core. Per mettere le cose in prospettiva, il Galaxy S21 alimentato da Snapdragon 888 non è troppo lontano con punteggi di 1.075 e 2.961.

Leggi anche:  I PC Dell salvano gli elefanti in via di estinzione in Sudafrica

Prestazioni grezze a parte, l’Exynos 2100 sarà molto più efficiente rispetto al suo predecessore. L’efficienza della batteria e le termiche hanno sempre afflitto il chip di Samsung, presumibilmente a causa dei suoi core CPU Mongoose. I primi test indicano che le cose sembrano andare meglio anche dal punto di vista della GPU, ma non ci sono ancora dati sufficienti per trarre una conclusione significativa.