Zuckerberg ha venduto azioni di Facebook per un valore di 280 milioni di dollari

L’imprenditore in realtà vende ogni giorno azioni del social network per un valore di oltre 12 milioni di dollari

Il capo di Facebook, Mark Zuckerberg, ha venduto quasi 280 milioni di dollari di azioni della società nell’ultimo mese. Il ragazzo, che ha cominciato a vendere quote dal 9 novembre, genera in media quasi 12,10 milioni di dollari ogni giorno vendendo le sue azioni del social network. Le vendite arrivano alla fine di un anno relativamente buono per le azioni di Facebook: il prezzo del gigante è aumentato del 37% nel 2020, mentre l’indice NASDAQ 100 è balzato del 40% rispetto alla rilevazione precedente. Zuckerberg chiede tra i 267 e 287 per azione, con tutte le vendite effettuate in base a piani di trading predefiniti depositati presso la US Securities and Exchange Commission. In qualità di principale azionista di Facebook, la ricchezza di Zuckerberg è legata proprio al monte di vendita che riesce a portare a casa.

Un 2021 in crescita

Ma è anche evidente che Facebook può generare ricchezza in relazione a quello che riesce a muovere come macchina da marketing a 360 gradi. Il patrimonio netto di Zuckerberg ammonta a circa 109 miliardi di dollari, secondo Bloomberg, il che lo mete in quarta persona come persona più ricca al mondo dietro Bill Gates, Elon Musk e Jeff Bezos. Business Insider stima che Zuckerberg abbia aumentato il suo patrimonio netto di 9 miliardi di dollari all’anno da quando la società è stata quotata in borsa nel 2012, periodo durante il quale le azioni di Facebook sono cresciute dell’oltre 580%. Zuckerberg ha venduto azioni Facebook per un valore di 12,72 miliardi di dollari in otto anni, con la principale avvenuta nel dicembre del 2013 e pari a 2,3 miliardi di dollari.

Leggi anche:  Il mestiere del futuro? Il disegnatore di emoticon