Microsoft renderà il 2021 l’anno di Teams

Microsoft renderà il 2021 l'anno di Teams

La piattaforma di comunicazione potrebbe diventare parte integrante di un browser internet, come afferma Satya Nadella

Se il 2020 è stato l’anno del video meeting, il 2021 potrebbe essere quello in cui le app diventate mainstream durante la crisi cementano la loro posizione al centro della vita lavorativa. In questa corsa al rifacimento del lavoro all’ombra della pandemia, non c’è nessuna compagnia più ambiziosa di Microsoft. Ciò potrebbe rendere Teams, il suo servizio di comunicazione e collaborazione basato su Office, il prodotto più importante dell’azienda da anni. Secondo Satya Nadella, amministratore delegato di Microsoft, Teams sta per diventare una piattaforma digitale significativa come il browser internet o un sistema operativo per computer.

In un’intervista al Financial Times, ha definito il software cloud un nuovo “livello organizzativo”, che riunisce tutti gli strumenti di cui un lavoratore ha bisogno in un unico posto, oltre a fungere da piattaforma per altri sviluppatori per fornire i propri servizi. Il risultato: strumenti di collaborazione, videoconferenze, chat e altre applicazioni aziendali, tutti raggiungibili tramite un’unica interfaccia utente.

Il mondo del lavoro non ha mai visto nulla di simile prima, ma c’è almeno un parallelo nella sfera dei consumatori. “In Cina, WeChat è internet, questo è un ottimo esempio”, ha detto Nadella. “Non esiste un equivalente occidentale. Semmai, Teams ci va vicino quando si tratta dell’area di lavoro”. L’entusiasmo del capo Microsoft è comprensibile. Teams, insieme ad app di aziende come Zoom e Google, ha agito come collante digitale che ha mantenuto molte imprese operative nel 2020. Il numero di utenti attivi giornalieri di Teams è balzato a 115 milioni alla fine di settembre, dai 13 milioni a metà del 2019. 

“Penso che ci sarà un cambiamento strutturale” ribadisce Nadella. “Ciò richiederà strumenti software che diano flessibilità ai lavoratori, pur continuando a costruire capitale sociale e sviluppare conoscenza all’interno dell’impresa riunendo le persone in compiti importanti”. Per Microsoft, attirare i professionisti verso Teams potrebbe aumentare il coinvolgimento con le altre app dell’azienda e rendere i clienti meno propensi a cambiare. “Potrebbe anche aprire nuove opportunità oltre il mercato tradizionale, che è un po’ il nostro obiettivo”.

Leggi anche:  Follow the Growth: per una spinta innovativa all’Engineering&Construction