RISE with SAP, inizia l’era della business transformation as a service

RISE with SAP, inizia l’era della business transformation as a service

L’annuncio di RISE with SAP apre un nuovo scenario per la business tranformation offerta per la prima volta come servizio, completo, semplificato e, naturalmente, flessibile e ritagliabile sulle esigenze dei clienti

Offrire un’esperienza personalizzata ai propri clienti, modernizzare l’azienda permettendo a chi vi lavora di sfruttare qualunque device, in qualunque luogo e condizione per portare a termine gli obiettivi prefissati, controllare e rendere su misura la produzione e la supply chain. Allo stesso tempo far evolvere il proprio business tenendo conto delle attuali sfide globali: la crisi sanitaria, il climate change: mai come ora trasformare la propria azienda in un business intelligente è stato necessario e fondamentale. Parole già sentite, esigenze già esplicitate ma, si chiede Christian Klein, CEO di SAP, se tutti ammettono che è fondamentale trasformare il proprio business, perché resta così difficile farlo? Perché la domanda principale dei clienti che affrontano il loro percorso di business transformation è sempre “come?”.

Per restare sul mercato ed essere competitive, le aziende devono intraprendere il loro personale percorso di trasformazione, aspirando a diventare più intelligenti, più veloci e più agili; ma il viaggio – come lo chiama SAP – è continuo e deve, soprattutto, vincere sfide improvvise e non calcolate, oggi e in futuro. La richiesta chiave, oltre al come arrivarci, quella che più spesso l’azienda tedesca si sente rivolgere è “per favore, aiutateci ad arrivarci” conclude Klein.

RISE with SAP

Allora, la risposta che dà SAP è che le chiavi per questa svolta sono la semplificazione e la standardizzazione: ed è per questo che la nuova soluzione offerta è RISE with SAP, un modello di trasformazione digitale delle aziende che abbraccia un concetto olistico del business, che abbraccia l’interezza dei processi, semplificandoli e rendendoli immediati, chiari, scalabili e flessibili. Un solo contratto, una sola soluzione, una sola interfaccia, pur mantenendo all’interno di questo “bundle” tutta la flessibilità che serve al cliente: il tipo di cloud da usare – pubblico, privato, ibrido – i partner e i consulenti con cui lavorare, le dimensioni economiche del progetto di trasformazione da affrontare.

Leggi anche:  Manifattura Valcismon scala le vette con Centric PLM

La soluzione annunciata il 27 gennaio vuole quindi aiutare i clienti della società a diventare “imprese intelligenti” attraverso un servizio in abbonamento che combina una serie di servizi e offerte di prodotti.

Attraverso l’offerta RISE with SAP, le imprese avranno un unico contatto che potrà aiutarle a guidare il loro viaggio, con un accesso completo all’ecosistema di partner dell’azienda tedesca. Il primo passo in questo processo non è soltanto quello tecnologico, ma sarà soprattutto quello di riprogettare e di ottimizzare i loro processi di business, implementando le migliori pratiche e misurandone i risultati.

Ma ecco, nel dettaglio, cosa conterrà la nuova offerta SAP, che Klein ha affermato essere disponibile immediatamente: la riprogettazione dei processi di business con raccomandazioni, benchmark, best practice e simulazioni di trasformazione; l’esperienza delle implementazioni eseguite per 400.000 clienti in 25 settori industriali diversi; l’automazione dei processi e servizi di intelligenza artificiale incorporati nei flussi di lavoro; strumenti e servizi tecnici di migrazione al cloud di diversi fornitori; oltre 2.200 Api a disposizione dell’integrazione dei sistemi con SAP; un data layer semantico; piattaforme Saas precostituite da sfruttare e che possono essere personalizzate a seconda del settore industriale in cui il cliente opera; la connettività di S4/Hana Cloud alle reti aziendali, agli asset, alla logistica e alla supply chain; ma anche la possibilità di utilizzare i cloud dei principali provider pubblici come Google Cloud, AWS, Alibaba e Microsoft Azure. E a proposito di Microsoft, lo stesso CEO Microsoft Satya Nadella, nel corso dell’annuncio, ha confermato una stretta collaborazione tra le due aziende per portare i servizi di collaboration di Teams all’interno della piattaforma SAP.