Una build quasi finale di Windows 10X è sul web

Aggiornamenti di Windows 10, abbiamo sempre un problema

Mancherebbe poco al lancio del sistema operativo leggero, pronto a competere con Chrome OS

Una build quasi definitiva di Windows 10X è trapelata su internet, dando uno sguardo al sistema operativo di Microsoft, un concorrente di Chrome OS di Google. La versione iniziale pare essere destinata solo a PC a schermo singolo e in via di uscita in primavera. Windows 10X è stato mostrato per la prima volta nell’ottobre 2019 ed era pensato per dispositivi a doppio schermo come Surface Neo.

Tuttavia, con il Neo ritardato a tempo indefinito, il gigante di Redmond ha riproposto il sistema operativo, al ribasso. Inoltre, mentre Windows 10X avrebbe dovuto debuttare con il supporto per le app Win32 attraverso una tecnologia di virtualizzazione chiamata VAIL, tali piani sarebbero cambiati, rendendolo un’offerta per dispositivi di fascia bassa grazie alla sua natura leggera.

Ritardare i tempi

Microsoft aggiungerà quasi sicuramente il supporto alle app Win32 in futuro, comunque entro il 2022, quando i dual screen della compagnia dovranno per forza di cose arrivare sul mercato. Un rapporto di The Verge suggerisce che la build trapelata contiene il supporto per Win32 app in una modalità solo per sviluppatori a cui non possono accedere gli utenti generici.

Per ora, l’offerta esegue app UWP da Microsoft Store e applicazioni web progressive tramite il browser Edge basato su Chromium. Si prevede inoltre che i partner OEM presenteranno nei prossimi mesi PC a basso consumo con Windows 10X, destinati al mercato dell’istruzione e simili. I primi dispositivi, come detto in arrivo in primavera, saranno in vendita dopo che l’OS raggiungerà lo stato di versione RTM.

Leggi anche:  Portare l’IoT nelle imprese: una sfida da affrontare