Westcon espande l’offerta di IoT Security attraverso l’accordo di distribuzione globale con Ordr

Westcon espande l’offerta di IoT Security atraverso l’accordo di distribuzione globale con Ordr

L’accordo di distribuzione globale promette di aggiungere valore ai clienti Westcon in un momento di ineguagliabile crescita nel mercato globale della IoT Security

Westcon, il distributore globale di tecnologia, ha annunciato di aver firmato un accordo internazionale di distribuzione con Ordr, l’innovatore tecnologico specializzato nella messa in sicurezza dei dispositivi connessi, tra cui IoT (Internet of Things), IoMT (Internet of Medical Things) e OT (Operational Technology), nonché dei dispositivi IT tradizionali.
Con quest’ultima partnership, Westcon ha ulteriormente rafforzato il pilastro dell’Internet of Things all’interno della sua strategia NGS (Next Generation Solutions) go to market, basandosi sulla capacità di sbloccare ricavi ricorrenti in un mondo in cui il cloud è prioritario.

Ordr offre una piattaforma costruita appositamente per la visibilità e la sicurezza di tutti i dispositivi collegati, compresi i dispositivi IoT, OT e IoMT non gestiti. Entro poche ore dall’implementazione, Ordr scopre e classifica automaticamente ogni dispositivo, fornendo informazioni essenziali come marca, modello, versione del software, ubicazione e utilizzo di applicazioni e porte. Ogni dispositivo viene continuamente analizzato e il comportamento viene confrontato con quello usuale, mappando i modelli di comunicazione e identificando qualsiasi traffico dannoso o anomalo.

Ordr interviene anche per mitigare i rischi. Apprendendo i modelli di comunicazione unici di ogni dispositivo, Ordr può generare politiche di sicurezza per consentire l’accesso ai dispositivi che servono, limitando nel mentre l’esposizione non necessaria. Ordr offre le integrazioni più complete del mercato, arricchendo i database di asset esistenti, generando e facendo rispettare le policy nei firewall di nuova generazione, nelle soluzioni di controllo dell’accesso alla rete e nei controller wireless LAN per rafforzare in modo proattivo l’infrastruttura aziendale contro gli attacchi.

Leggi anche:  Accenture, il business oltre il “tech-clash”

Eric Berkman, Sr. Direttore di Worldwide Channel presso Ordr, afferma: “Siamo concentrati nel rendere semplice la sicurezza dell’Internet of Things e dei dispositivi connessi. La nostra piattaforma consente ai clienti di affrontare i rischi per la sicurezza posti dall’hardware e dal software di Internet of Things, fornendo un enorme balzo in avanti per proteggere i dispositivi dei clienti, le loro reti e i loro dati. Siamo entusiasti di lavorare con Westcon per dare alle organizzazioni la tranquillità di sapere che sono in grado di proteggere efficacemente ogni dispositivo nel loro ambiente”.

Daniel Hurel, VP Westcon EMEA – Cyber Security & Next Gen Solutions, Westcon, conclude: “Con il mercato globale della sicurezza IoT che, secondo le previsioni, dovrebbe crescere dai 12,5 miliardi di dollari nel 2020 ai 36,6 miliardi di dollari entro il 2025 e il numero di dispositivi IoT che a livello globale salirà a 75 miliardi, questo nuovo accordo di distribuzione con Ordr è destinato a svolgere un ruolo cruciale nella nostra offerta di IoT security. L’utilizzo di Ordr per isolare i dispositivi IOT mission-critical che condividono dati sensibili e unici a livello organizzativo o gestiscono sistemi operativi vulnerabili dovrebbe essere parte di ogni strategia di sicurezza della rete. Non vediamo l’ora di introdurre Ordr nella nostra rete globale di partner”.