SIA annuncia i risultati finanziari

Zscaler annuncia i risultati finanziari del quarto trimestre e dell’intero anno fiscale 2021

Approvati i risultati finanziari consolidati preliminari al 31 dicembre 2020

Il Consiglio di Amministrazione di SIA, riunitosi sotto la presidenza di Federico Lovadina, ha approvato i risultati finanziari consolidati preliminari al 31 dicembre 2020 che confermano il trend positivo registrato nel 2019 e in crescita nel quarto trimestre 2020, nonostante la contrazione economica causata dal Covid-19.

RISULTATI ECONOMICI CONSOLIDATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2020

Nel 2020, il Gruppo SIA ha registrato ricavi consolidati pari a 748 milioni di euro, in aumento del 2% a/a, interamente su base organica, di cui circa il 50% generato da attività ricorrenti. I ricavi mantengono, inoltre, una diversificazione geografica in linea con il 2019 con il 68% in Italia e 32% all’estero.

A livello di segmenti di mercato in cui opera il Gruppo SIA, al 31 dicembre 2020 sono stati ottenuti i seguenti risultati:

  • Card & Merchant Solutions, che rappresenta il 67% dei ricavi complessivi generati dal Gruppo – suddivisi indicativamente tra attività collegate ai servizi di issuing per il 64% e acquiring per il 36% – ha registrato ricavi pari a 499 milioni di euro in crescita del 2% rispetto al 2019, beneficiando dell’aumento dei volumi di transazioni;
  • Digital Payment Solutions, che rappresenta il 21% dei ricavi complessivi del Gruppo, ha registrato ricavi pari a 155 milioni di euro, in aumento del 4% rispetto al 2019. Il segmento ha beneficiato dell’andamento dei volumi gestiti, non impattati dalla contrazione economica legata al Covid-19, associati in particolare a PagoPA (+76% a/a) e ai clienti corporate (Telco, Utilities, Retailers) che utilizzano i servizi di Gateway per la ricezione dei pagamenti dei loro clienti (+8% a/a);
  • Capital Market & Network Solutions, che rappresenta il 12% dei ricavi complessivi del Gruppo, ha registrato ricavi pari a 94 milioni di euro, con un aumento dell’1% rispetto al 2019 per effetto della crescita dei volumi gestiti nei servizi di Rete.

Nonostante la complessità dell’attuale contesto, il Gruppo SIA può contare su un modello di business diversificato e resiliente, grazie al 32% dei ricavi generati all’estero e al 50% circa dei ricavi totali associati alla base installata (numero POS, numero di carte gestite, ecc.), a servizi a canone e alle attività di sviluppo, quindi non direttamente impattati dalla dinamica dei volumi nel breve periodo.

L’EBITDA ha raggiunto i 285 milioni di euro, in crescita del 3% rispetto all’anno precedente con un margine EBITDA al 38%.

Nel 2020, i costi ammontano a 463 milioni di euro con un incremento del 2% a/a dovuto a maggiori costi del personale sostenuti per crescita organica e ai costi operativi (+1% a/a) relativi ad adeguamenti normativi, allo sviluppo di nuove piattaforme tecnologiche e, in generale, all’incremento della capacità di processing.

Leggi anche:  Spindox Academy, il progetto di formazione per neolaureati con inserimento in azienda

Gli investimenti ammontano a 93 milioni di euro sostanzialmente in linea con il 2019.
L’Indebitamento Finanziario Netto al 31 dicembre 2020 è pari a 688 milioni di euro (2,4x EBITDA) rispetto agli 812 milioni di euro a fine 2019 (2,9x EBITDA), in significativo miglioramento grazie alla generazione di cassa del periodo.

RISULTATI ECONOMICI CONSOLIDATI PRELIMINARI – QUARTO TRIMESTRE 2020

Nel quarto trimestre del 2020, il Gruppo SIA ha registrato ricavi per 222 milioni di euro, in aumento del 7% t/t, mentre l’EBITDA è pari a 89 milioni di euro con un incremento del 13% t/t.

A livello di segmenti di mercato in cui opera il Gruppo SIA, nel quarto trimestre sono stati ottenuti i seguenti risultati:

  • Card & Merchant Solutions, ha registrato ricavi pari a 143 milioni di euro, in aumento del 9% rispetto allo stesso periodo del 2019, beneficiando dell’entrata a regime di nuovi clienti in Italia e all’estero oltre che dall’incremento del numero delle transazioni gestite rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente e dello sviluppo dei servizi antifrode;
  • Digital Payment Solutions, ha registrato ricavi pari a 50 milioni di euro, in crescita del 3% rispetto allo stesso periodo del 2019. Il segmento continua a risentire positivamente dell’andamento dei volumi gestiti, non impattati dalla contrazione economica generata dal Covid-19 e beneficia dello start-up di alcuni nuovi clienti corporate;
  • Capital Market & Network Solutions, ha registrato ricavi pari a 29 milioni di euro, in aumento del 4% rispetto allo stesso periodo del 2019, per effetto della crescita dei volumi gestiti.

Nel quarto trimestre del 2020, i costi ammontano a 132 milioni di euro, in aumento del 3% t/t dovuto ai costi operativi e del personale.

PRINCIPALI EVENTI E INIZIATIVE DI BUSINESS AVVIATE NEL QUARTO TRIMESTRE 2020

In data 4 ottobre, SIA e Nexi hanno sottoscritto un “memorandum of understanding” riguardante l’integrazione dei due gruppi da realizzarsi tramite la fusione per incorporazione di SIA in Nexi. L’operazione è condizionata all’esito soddisfacente dell’attività di due diligence confirmatoria reciproca su Nexi e SIA, alle necessarie approvazioni degli organi societari delle parti coinvolte nell’operazione per la sottoscrizione di accordi vincolanti, all’assenza di obblighi di promuovere un’offerta pubblica di acquisto sulle azioni del nuovo Gruppo, nonché all’ottenimento dei necessari consensi e autorizzazioni, sia di natura contrattuale, sia di natura regolamentare (inclusa l’autorizzazione da parte delle competenti Autorità Antitrust e, ove applicabile, della Banca d’Italia). Il closing dell’operazione è previsto entro l’estate 2021.

Leggi anche:  Pexip e il mercato italiano

In data 15 novembre, Nexi e Nets hanno annunciato di aver sottoscritto un accordo quadro vincolante per l’integrazione dei due gruppi attraverso una fusione che sarà interamente realizzata in azioni. L’operazione è soggetta al voto con il meccanismo di c.d. whitewash nel contesto dell’Assemblea Straordinaria chiamata ad approvare la fusione nel primo trimestre 2021.

Al perfezionamento delle suddette operazioni, il nuovo gruppo nato dalla combinazione di Nexi, Nets e SIA risulterà essere una delle PayTech leader a livello europeo con scala, presenza geografica e competenze uniche in grado di promuovere la transizione verso un’economia cashless e digitale in Europa.

Card & Merchant Solutions

  • SIA ha lanciato con INFORM un nuovo servizio digitale per banche, payment service provider ed altre istituzioni finanziarie in Europa che permette di velocizzare il processo di autenticazione dei pagamenti online dei loro clienti.
  • Il 5 ottobre, UniCredit e SIA hanno confermato di aver avviato una trattativa in esclusiva sull’attuale accordo di outsourcing per la fornitura di alcuni servizi di processing in Italia, Austria e Germania relativi alle transazioni con carte di pagamento e alla gestione dei terminali POS e ATM, e il suo rinnovo fino al 2036.

Digital Payment Solutions

  • SIA ed Enel X Financial Services hanno annunciato la firma di una partnership strategica per la progettazione e realizzazione di nuove soluzioni di mobile banking.
  • SIA abiliterà banche, corporate, Pubbliche Amministrazioni e fintech al nuovo servizio “Request to Pay” (R2P) sull’infrastruttura tecnologica di EBA Clearing, conforme allo schema dello European Payments Council (EPC).
  • La Banca Centrale d’Islanda (CBI) e SIA hanno avviato il nuovo sistema di regolamento in tempo reale dei pagamenti all’ingrosso (RTGS) e la nuova piattaforma per gli instant payment.

Capital Market & Network Solutions

  • La Banca Centrale Europea (BCE) ha scelto SIA per il proprio collegamento alle infrastrutture di mercato dell’Eurosistema attraverso un’unica interfaccia di accesso (Eurosystem Single Market Infrastructure Gateway, ESMIG).
  • Con circa 100 banche italiane collegate, è pienamente operativa Spunta Banca DLT, progetto promosso dall’Abi e coordinato da Abi Lab, che utilizza la rete blockchain fornita da SIA per la rendicontazione dei conti reciproci.
  • SIA ha siglato una partnership con Hex Trust per fornire alle istituzioni finanziarie europee servizi innovativi di finanza digitale per consentire ai loro clienti di accedere a nuove opportunità di investimento basate sulla tecnologia blockchain.
Leggi anche:  A10 Networks amplia la propria presenza in Italia

FATTI DI RILIEVO AVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DELL’ESERCIZIO 2020

In data odierna, a seguito dell’approvazione da parte dei Consigli di Amministrazione di Cassa Depositi e Prestiti, CDP Equity, Mercury UK, SIA e Nexi, è stato sottoscritto l’accordo definitivo relativo all’operazione di fusione per incorporazione di SIA in Nexi (rispettivamente, la “Fusione” e l’“Accordo Quadro”), in linea con i termini e condizioni del memorandum of understanding sottoscritto ed annunciato lo scorso 5 ottobre 2020. Il closing della Fusione è condizionato al verificarsi di talune condizioni sospensive standard per operazioni di questa tipologia, tra cui l’ottenimento delle relative autorizzazioni, inclusa quella dell’Autorità Antitrust competente. L’operazione inoltre è soggetta al voto con il meccanismo c.d. whitewash nel contesto dell’Assemblea Straordinaria di Nexi chiamata ad approvare la Fusione.

L’Accordo Quadro prevede che, qualora il closing della prevista fusione per incorporazione di Nets in Nexi (l’“Operazione Nets”) si verificasse, come atteso, prima del closing dell’operazione con SIA, CDP Equity avrà diritto di deliberare un aumento di capitale di SIA, volto a bilanciare l’effetto diluitivo sulla propria partecipazione prospettica nel capitale di Nexi come risultante dal perfezionamento dell’Operazione Nets.

Sempre nel caso atteso che la Fusione si verifichi successivamente al completamento dell’Operazione Nets, verrà sottoscritto un patto parasociale da parte di Mercury UK, CDP Equity e FSIA unitamente agli attuali azionisti di Nets.

GLOSSARIO DEGLI INDICATORI DI PERFORMANCE

Al fine di consentire una migliore valutazione dell’andamento della gestione economica e della situazione patrimoniale e finanziaria, il Gruppo SIA utilizza i seguenti indicatori di performance:

  • l’EBITDA, ottenuto rettificando l’utile di periodo delle imposte sul reddito, degli oneri e proventi finanziari, degli oneri e proventi su partecipazioni, del risultato della gestione e negoziazione di attività e passività finanziarie, degli ammortamenti e dei proventi e oneri non ricorrenti;
  • i ricavi includono i ricavi e gli altri proventi e sono calcolati al netto delle commissioni passive connesse ai servizi di pagamento;
  • i costi sono calcolati al netto delle commissioni passive connesse ai servizi di pagamento, riclassificate in riduzione dei ricavi correlati, e degli oneri non ricorrenti;
  • l’Indebitamento Finanziario Netto rappresenta un indicatore della struttura finanziaria ed è calcolato come debito finanziario al netto delle disponibilità liquide ed equivalenti, nonché delle attività finanziarie e dei crediti finanziari a breve termine.