Zoom attiverà entro l’autunno i sottotitoli automatici

Boomerang Zoom, tante aziende adesso lo vietano

La funzionalità di trascrizione è attualmente disponibile solo per chi ha un account a pagamento

I sottotitoli saranno presto disponibili su Zoom. L’app di videoconferenza ha annunciato che sta lavorando per rendere disponibili i sottotitoli automatici a tutti i suoi utenti entro l’autunno del 2021. Attualmente, la funzionalità basata sull’intelligenza artificiale è disponibile solo via paywall e accessibile solo ai titolari di account a pagamento. Considerando che il canone per Zoom costa circa 150 dollari all’anno, è evidente che la priorità non sia quella di avere la trascrizione dell’audio, non per tutti almeno. Nel tentativo di aiutare i titolari di account gratuiti che necessitano di trascrizioni in tempo reale, come coloro che hanno difetti alla vista, Zoom ha anticipato la ricezione di richieste per i sottotitoli automatici fino all’autunno, quando la funzione sarà disponibile su scala globale. 

Gli utenti interessati, dovranno compilare un modulo la cui nota recita: “Questo modulo è destinato agli utenti che richiedono la trascrizione in tempo reale per partecipare meglio alle riunioni Zoom. Se non si ha tale necessità, si consiglia di attendere fino all’autunno 2021, quando la funzione sarà disponibile per tutti gli utenti Zoom gratuiti”. Quando attivata, la funzione potrà essere abilitata da un host così che tutti i partecipanti potranno visualizzare la trascrizione. Tuttavia, al momento supporta solo l’inglese e, come con qualsiasi altro strumento di trascrizione live, è destinato a commettere errori.

Traduzioni in tempo reale

Ad ogni modo, era già possibile utilizzare un tool di terze parti per tradurre l’audio di Zoom. Ad esempio con Otter.ai, un servizio di trascrizione che collabora con la piattaforma per mostrare sottotitoli in tempo reale per tutte le chiamate. Attivando la funzione Otter Live Notes integrata in un account Zoom business, è possibile vedere qualsiasi parola pronunciata trasformata in didascalie accurate nella parte inferiore dello schermo. Questo servizio si basa sulla tecnologia che Otter.ai fornisce già nei suoi servizi esistenti, come la trascrizione automatica delle note di riunione. Poiché i sottotitoli si basano sull’attivazione di Otter Live Notes, anche i sottotitoli in tempo reale verranno trasferiti a una trascrizione nella scheda del browser Web di Otter Live Notes, che è possibile avviare tramite una scheda in Zoom.

Leggi anche:  Slack modifica la funzione DM dopo denunce di molestie