Nel 2021 priorità all’omnichannel per le aziende del retail e food&grocery

Nel 2021 priorità all'omnichannel per le aziende del retail e food&grocery

E’ quanto emerge da un’indagine realizzata da Largo Consumo insieme al Gruppo Lutech

Il Gruppo Lutech ha realizzato insieme alla rivista Largo Consumo l’indagine Governare la strategia omnichannel per fare il punto sullo stato dell’arte dell’omnicanalità nel mercato italiano del Retail e Food&Grocery.

A seguito di una serie di interviste a responsabili marketing, digital, logistica e Ict è emerso che, nonostante il percorso verso l’omnicanalità abbia avuto una forte accelerata nel 2020, le aziende italiane del comparto si stanno ancora impegnando per raffinare la loro strategia e ottimizzare i nuovi strumenti applicativi.

In particolare, per quasi un terzo degli intervistati (28,9%), la sfida principale da affrontare riguarda l’integrazione tra i siti di e-commerce e la rete fisica, in termini di promozioni uniformi, catalogo condiviso e loyalty omnicanale. Ciò che è l’essenza dell’omnicanalità – uniformare e centralizzare l’esperienza d’acquisto e, in generale, l’interazione azienda-consumatore – rimane, dunque, un’aspirazione prioritaria.

Per il 63,5% degli intervistati la gestione degli ordini e la consegna a domicilio sono entrambe considerate “molto importanti” in una strategia omnichannel. Percentuale, questa, in pieno accordo con i valori relativi alle aree di miglioramento. Il 36,5% degli intervistati, infatti, considera migliorabile la propria gestione delle consegne, il controllo della filiera per la gestione dei rischi, la tracciabilità/rintracciabilità dei prodotti, la gestione dell’home delivery e del click and collect.

Individuate le vulnerabilità del processo e le evoluzioni necessarie per la transizione verso un reale modello omnichannel, diventa chiara la raodmap delle iniziative progettuali nel prossimo futuro. Le aziende del comparto retail hanno la necessità di adeguare, o in alcuni casi di realizzare ex novo, piattaforme applicative più articolate che siano in grado di gestire l’intera transizione tra l’accettazione dell’ordine e la sua consegna, oltre al coordinamento delle risorse coinvolte (addetti al magazzino, autisti, commessi), per ottimizzare i processi di picking e la gestione del last mile.

Leggi anche:  Amazon acquista MGM per 8,45 miliardi di dollari

Il Gruppo Lutech affronta questi progetti secondo un approccio end-to-end supportando i clienti nel disegno generale e intervenendo nella realizzazione di soluzioni di customer care, store online, Product Information Management, gestione dell’ordine, del picking e dell’home delivery, di Business Intelligence, individuando di volta in volta le soluzioni applicative da implementare nelle singole fasi del processo.

“Il prossimo futuro ci vede concentrati nel supportare i clienti Retail nella costruzione di un modello di gestione centralizzata e integrata di tutta la catena del valore– afferma Rocco Corridoni, Retail Industry Leader del Gruppo Lutech – gestione integrata che rappresenta l’elemento chiave per raggiungere una visione unificata ed efficace sia della customer che della product journey. I risultati dell’indagine che abbiamo condotto insieme a Largo Consumo indicano la volontà delle aziende Retail italiane di evolvere il proprio modello di business in questa direzione e sono uno stimolo per il nostro Gruppo che lavora per contribuire con i propri valori ed esperienze a questo importante processo di cambiamento”.