Proteggere la privacy online dei più giovani: i consigli di Fortinet

Proteggere la privacy online dei più giovani: i consigli di Fortinet

E’ importante che i genitori educhino i propri figli in merito alle regole per una navigazione sicura online

A un anno dall’inizio della pandemia molti adulti si trovano a lavorare ancora dalle loro abitazioni, da remoto, mentre i più giovani continuano con la didattica a distanza: in questa situazione è necessario che i genitori sappiano come proteggere al meglio i figli quando sono online. Per seguire le lezioni a distanza, gli studenti sono collegati alle reti domestiche per la maggior parte della giornata e spesso rimangono online anche dopo che le lezioni sono terminate, sia che si tratti di programmi televisivi in streaming, di videogiochi o di passare il tempo sui social media. Con l’aumento di dispositivi connessi, i cybercriminali hanno a disposizione nuove e maggiori opportunità per lanciare attacchi ransomware, prendere di mira informazioni sensibili e compromettere le difese di sicurezza. Per questo è davvero fondamentale educare alla cyber-awareness grazie alla formazione in materia di sicurezza nell’uso di internet rivolta ai bambini fin dalla più tenera età.

Educare alla sicurezza in rete

I lavoratori a distanza fanno affidamento alla sicurezza dei dispositivi e della rete che utilizzano per difendersi dalle minacce online; tuttavia, queste soluzioni possono proteggere dalle minacce solo fino a un certo punto. Conoscere le practice di base della cybersecurity può contribuire ad avere una buona ’security posture’. Lo stesso vale per i giovani, che passano la maggior parte del tempo online. È importante che i genitori educhino i propri figli in merito alle regole per una navigazione sicura online e che siano consapevoli dei pericoli cui possono imbattersi sul web. La formazione dovrebbe concentrarsi su questi principali aspetti:

  • insegnare alla famiglia e agli amici a mantenere privati i propri dati personali online, invitandoli a non condividere i loro veri nomi, indirizzi o altre informazioni personali identificabili (PII) con estranei;
  • stabilire regole chiare da seguire per bambini e adolescenti, per esempio, elencando siti web e app approvate o richiedendo l’approvazione dei genitori per determinate attività;
  • assicurarsi di sapere con chi i propri figli comunicano generalmente online e che i bambini capiscano che non dovrebbero mai incontrare di persona qualcuno che hanno conosciuto online;
  • chiedere alla propria famiglia di essere prudenti nei confronti di siti web fake o dannosi e di potenziali truffe, come tentativi di phishing, e di raccomandarsi di non cliccare link sospetti o scaricare allegati inattesi;
  • incoraggiare i bambini e gli adolescenti a rivolgersi a un adulto di fiducia nel caso in cui non siano sicuri di qualcosa che trovano su internet o se dovessero essere preoccupati per un particolare sito web o un’interazione specifica;
  • assicurarsi che tutti in famiglia capiscano l’importanza di creare password forti e differenziate che non siano ovvie o facilmente accessibili. Password da evitare sono: date di compleanno, password predefinite in dotazione con i dispositivi, il nome dell’utente o semplici combinazioni di numeri o parole (es. 1234, pAssword).
Leggi anche:  Trend Micro è partner tecnologico di MADE Competence Center

Aggiornare i propri dispositivi è un must quando si lavora o si studia da casa. Bisogna assicurarsi che tutti i dispositivi e le app siano aggiornate con le patch e che qualsiasi software antivirus/anti malware sul dispositivo sia valido e funzionante.

Un manuale per la sicurezza su internet

Fortinet è molto attenta alla diffusione della cyber awareness attraverso l’NSE Training Institute e le iniziative per colmare il deficit di competenze. In questo contesto e con questo obiettivo, è stato redatto “Cyber Safe: A Dog’s Guide to Internet Security“, il libro pensato per educare i giovani al tema della sicurezza di internet. Attraverso questa iniziativa, Fortinet porta avanti l’impegno per educare la comunità globale sulla cyber security, indipendentemente dall’età, dal background o dalle esperienze di vita. La sicurezza riguarda tutti, i cybercriminali prendono di mira ogni vulnerabilità a prescindere dalla demografia delle loro vittime. Questo libro nasce dall’iniziativa di Fortinet per colmare proprio il gap di competenze, concentrandosi sulla cyber awareness fin dalla più tenera età per contribuire a rendere l’ambiente online più sicuro per tutti.

Cyber Safe: A Dog’s Guide to Internet Security” intende accrescere la cyber awareness tra i bambini delle scuole elementari e medie, e insegnare loro come navigare online in sicurezza. Il protagonista del libro è un cane cyber smart, Lacey, che insegna al suo amico gatto Gabbi come usare Internet in modo sicuro. Il testo fornisce un’introduzione semplice e comprensibile riguardo i possibili pericoli per i bambini che si collegano online per la scuola, i videogiochi, gli show in streaming e altro ancora. Il libro include anche una guida dettagliata per aiutare i genitori a fare attenzione quando i loro figli sono online.

Leggi anche:  Cybersecurity tra sostenibilità e nuove competenze

Come mantenere al sicuro i bambini online grazie alla diffusione di una cultura improntata sulla cyber awareness

In aggiunta al libro, Fortinet offre corsi gratuiti per aumentare la cyber awareness – NSE 1 e NSE 2 – attraverso l’NSE Training Institute rivolti a chiunque sia interessato a migliorare la propria conoscenza della cybersecurity, per tutte le fasce di età, compresi i bambini più piccoli. I corsi di formazione NSE integrano le informazioni fornite nel libro per bambini, offrendo corsi di base per imparare a individuare i malintenzionati e mettere alla prova la conoscenza acquisita attraverso i livelli NSE 1 e NSE 2.