Sarce, migliorare le aziende valorizzando i dati

Sarce, migliorare le aziende valorizzando i dati

La software house di Parma punta a supportare le imprese in una migliore gestione delle informazioni, grazie a progetti di Intelligence Driven Organization realizzati su misura del cliente

Aiutare le aziende a migliorare la produttività, l’efficacia della forza lavoro e il coinvolgimento dei dipendenti. Questo è uno degli obiettivi di Sarce, software house di Parma che, attiva da oltre quarant’anni, crede fortemente nella digitalizzazione dei processi in ambito controllo di gestione e analytics. «Rispetto alle origini, l’approccio alle attività di controllo di gestione e analytics è cambiato» – spiega Luigi Milanesibusiness analytics manager di Sarce. «I dati aziendali sono aumentati e non sempre le imprese sono state in grado di gestirli. Poterli gestire meglio e valorizzarli è fondamentale per le aziende ed è al centro delle nostre attività».

Secondo Milanesi, gestire un’organizzazione Data Driven, nel contesto attuale, significa trovare una nuova dimensione di analisi. «La maggior parte delle aziende – dice Milanesi – sa come misurare i risultati del business. Ma non sa come quantificare, e quindi influenzare, le azioni quotidiane che determinano questi risultati. L’analisi dei processi tipici quali supply chain, sales, backlog, cost of product deve essere avvalorata arrivando a un livello di profondità che non solo aiuti a trovare risposte e a prendere decisioni, ma aumenti la visibilità di fatti aziendali rilevanti e migliori l’allineamento delle decisioni e delle azioni di business. Di solito, un progetto Analytics adeguato fornisce costantemente informazioni uniche sull’allocazione delle risorse, sui comportamenti di collaborazione e sulle reti organizzative. Integrando queste intuizioni con prospettive più ampie su strategia, modello operativo e risultati è possibile organizzare le imprese per una produttività elevata».

Leggi anche:  Microsoft al lavoro su Windows 11 SE per contrastare i Chromebook

INTELLIGENCE DRIVEN ORGANIZATION

Un concetto che, secondo Milanesi, supera quello di azienda Data Driven è quello di Intelligence Driven Organization (IDO), un modello volto a supportare le organizzazioni nella gestione delle proprie trasformazioni, identificando la direzione da prendere nel futuro. Si tratta di un approccio che presuppone forti capacità di digitalizzazione dei processi, in modo che possano essere implementati, monitorati, misurati e migliorati nel tempo, creando feedback loops, flussi di informazioni che emergono quando un processo aziendale è riprogettato intorno ai dati.

«Questo processo può consistere in un’interazione con i clienti, può riguardare le operazioni di back-office, può coinvolgere l’attività dei dipendenti o riguardare l’uso in tempo reale dei prodotti» – dice Milanesi. «Tutte le informazioni possono essere riportate ai processi aziendali che ne hanno bisogno».

Ma qual è l’apporto degli Analytics oggi? «Credo sia costituito da una nuova esperienza di lavoro» – afferma Milanesi. «Si tratta di trasformare i dati che provengono dal nostro quotidiano, tramite i nuovi strumenti a disposizione, in una serie di metriche comportamentali da utilizzare per capire cosa stia succedendo nell’azienda. Ogni organizzazione ha domande uniche; per questo è necessario l’utilizzo di query personalizzate attraverso i più moderni sistemi Analytics. La creazione di una impresa digitale basata sui dati richiede alle aziende di responsabilizzare e connettere le proprie risorse in termini di persone, processi, dati e sistemi. Solo così gli Analytics possono assumere un ruolo guida in una varietà di iniziative, dalla comprensione dei comportamenti e all’identificazione delle qualità dei manager con le migliori prestazioni. Inoltre gli Analytics costituiscono un fattore competitivo importante, per essere vincenti sul mercato mondiale».

UN APPROCCIO SARTORIALE

L’approccio con cui Sarce si avvicina ai propri clienti è di tipo “tailor made”. «Interveniamo su un’esigenza dell’azienda cliente, partiamo da una valutazione per individuare la soluzione progettuale più adeguata, perché non siamo semplici venditori di prodotti, ma rendiamo disponibili progetti specifici, basati sulle reali necessità del cliente, che è visto da noi come un vero e proprio partner» – dichiara Milanesi. «Lavoriamo anche con partner tecnologici per creare la soluzione più adatta alle particolarità di ciascuna azienda». Artificial Intelligence e Machine learning sono, secondo Milanesi, ulteriori fattori competitivi, che potranno essere sempre più strategici in un’organizzazione Data Driven.