Twitter apre la funzionalità Spaces

Twitter Spaces arriva su desktop

Accessibile sia su Android che iOS per chiunque abbia più di 600 follower

Twitter sta aprendo Spaces, la sua funzionalità audio in stile Clubhouse a molte più persone. Qualsiasi utente con 600 follower o più è ora idoneo a ospitare le stanze solo audio. La società ha iniziato a testare la funzionalità a dicembre e la sta lentamente espandendo a tutti. Tuttavia, anche se chiunque può partecipare e ascoltare le stanze virtuali, solo un numero limitato di utenti ha potuto finora avviare le proprie conversazioni. Twitter ha affermato che limitare l’accesso agli utenti con 600 follower o più permetterà di non disperdere le energie e ottimizzare il più possibile la piattaforma, almeno in questa fase di lancio.

Nuova via di monetizzazione social

“Prima di offrire a tutti la possibilità di creare uno spazio, vogliamo concentrarci su come può essere utile ai più, rendendo più facile scoprire gli Spaces, aiutando le persone a goderne con un pubblico ampio” ha scritto Twitter in un post sul blog. Il fatto che Twitter abbia lavorato, prima di altri alla parte audio della sua rete, dimostra quanto importante sia diventato il cosiddetto “social audio”. Il trend è stato lanciato da Clubhouse che, intanto, sembra vivere una fase di stallo.

L’app è infatti ancora solo su invito e solo su iOS anche se ha lanciato una propria funzione di monetizzazione per i creator. Monetizzazione che, nel gergo di Twitter, assume il nome di “ticket”, biglietti di ingresso il cui costo è deciso dagli autori stessi delle stanze audio. Dal canto suo, Facebook sta testando internamente le Live Audio Rooms mentre Telegram ha reso disponibile l’opzione di chat audio dal vivo all’interno dei gruppi, con la peculiarità della crittografia end-to-end.

Leggi anche:  Parler torna online dopo il ban da Amazon