Cia–Agricoltori Italiani, la scelta digitale

Cia–Agricoltori Italiani, la scelta digitale

Genya di Wolters Kluwer Italia è la scelta per il progetto Cia di assistenza e consulenza gestionale per le imprese agricole italiane più strutturate

Cia è l’Associazione degli agricoltori italiani e ne tutela gli interessi, in primis il reddito, attraverso l’azione sindacale che si sviluppa ai vari livelli istituzionali. La particolarità del sistema produttivo trova l’interfaccia in un sistema associativo, la cui complessità è valorizzata da un modello organizzativo che si dirama in modo capillare su tutto il territorio
nazionale, e in quelle realtà rurali interne dove assicurare una presenza assume anche un valore sociale. In un sistema complesso è importante armonizzare l’erogazione dei servizi per offrire aiuti concreti a un settore a elevatissima intensità operativa. «Eroghiamo
servizi alla persona e alle imprese attraverso il nostro patronato INAC, il nostro CAF, attraverso le strutture Cia territoriali aiutiamo le nostre imprese agricole associate nell’accesso agli aiuti comunitari, nella gestione fiscale, contabile, amministrativa, giuslavoristica» spiega Claudia Merlino, direttore generale di Cia-Agricoltori Italiani.

Cia, pur con la sua struttura particolarmente articolata, ha sviluppato negli anni un sistema
organizzativo efficiente e al passo con le esigenze dei propri associati e utenti, attraverso la costituzione di società di servizi, espressioni delle realtà territoriali, che offrono alle imprese e ai cittadini uno standard elevato di assistenza e consulenza basandosi su sistemi informatici e informativi condivisi.

«L’incontro con Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia è stato un incontro di comunanza
di visioni e progetti. Con il progetto Genya, Wolters Kluwer Italia ha creato un ecosistema
digitale innovativo, accessibile, flessibile ed efficace. L’ideale per la nostra comunità agricola e rurale. Ci siamo rivisti nella progettualità e nell’innovazione e abbiamo scoperto quanto
aderente alle nostre esigenze poteva essere il progetto Genya» afferma, Claudia Merlino, direttore generale di Cia-Agricoltori Italiani. Genya consente di dare una risposta qualificata
a quelle imprese che per caratteristiche, dimensione e complessità hanno bisogno di assistenza e consulenza appropriata, al di là dell’assistenza agli adempimenti.

Leggi anche:  Soluzioni IIoT data driven

La scelta di implementare Genya nel sistema informativo Cia è stata una scelta consapevole
che va nella direzione verso la quale intende progredire il progetto della Confederazione: offrire alle imprese agricole strumenti digitali moderni e adeguati.

«Lo scenario è mutato e le esigenze di un numero sempre crescente di imprese del sistema agricolo italiano vanno oltre ai semplici adempimenti. Quindi dobbiamo offrire alle nostre imprese una visione consulenziale economica, patrimoniale, finanziaria, perché il loro sviluppo si basa anche su politiche e strategie di questo genere a garanzia di un futuro di progresso. Per assistere questo target di imprese e assicurare loro la necessaria consulenza ci siamo rivolti al mercato e abbiamo rilevato che Genya è perfettamente aderente alle nostre esigenze. L’ecosistema Genya in cloud ci permette una diffusione armonica e l’assoluta accessibilità agli strumenti digitali ci consente di erogare servizi di consulenza sempre più richiesti dalla nostra base associata» prosegue Claudia Merlino.

Con l’adozione dell’ecosistema Genya, Cia riesce a mantenere e valorizzare i servizi fin qui erogati e a offrire in maniera uniforme su tutto il territorio nazionale un servizio innovativo e che guarda al futuro delle imprese e del comparto agricolo.