Microsoft conferma il ritorno di Clippy in Office

Microsoft conferma il ritorno di Clippy in Office

Redmond ha recentemente aggiornato un marchio per coprire il termine Clippy-as-a-service

Microsoft si è rivolta alla “saggezza” di Instagram e Twitter per chiedere il permesso di riportare in vita il suo tanto vituperato Office Assistant “Clippy”. Il gigante del software ha invitato gli utenti di Instagram a piazzare almeno 200 mila like al post che raffigurava appunto la graffetta, così da sostituirla a quella finora in uso su Microsoft 365. Agli utenti di Twitter è stata data una sfida minore: solo 20.000 “Mi piace”. La sostituzione dell’icona con Clippy non avrà alcun impatto sui prodotti Microsoft, a parte forse la creazione di un file di immagine leggermente più grande da qualche parte all’interno dei prodotti. Potrebbe, tuttavia, riportare alla mente degli utenti le intrusioni del Clippy originale con frasi del genere: “Sembra che tu stia scrivendo una lettera”.

Ritorno al futuro

L’Insta-action non è l’unica attività recente di Microsoft relativa a Clippy: a giugno l’azienda ha depositato una nuova domanda per il marchio Clippy. La richiesta di Microsoft per il marchio rinnovato lo descriveva sia come “Software” che come “as-a-service”. L’azione di oggi suggerisce che Redmond forse voleva assicurarsi di poter aggiungere Clippy a Microsoft 365 senza la possibilità di intrighi legali.

Al momento in cui scriviamo, la sfida Twitter di Microsoft ha superato il suo obiettivo, così come quella su Instagram. Microsoft ha poi rivelato che i voti sui social media erano quasi certamente inutili, perché aveva già aggiunto Clippy a una serie rivista di emoji. In un post su Medium, l’azienda ha rivelato di aver aggiornato le sue 1.800 emoji per allinearle al design”Fluent”. Tra le modifiche c’era la sostituzione dell’emoji della graffetta con Clippy.

Leggi anche:  vtenext, il valore dell’integrazione tra e-commerce e CRM