Apple contro Samsung, a fare la differenza sono i preordini

Apple terrà un nuovo evento il 18 ottobre

I vantaggi nelle prenotazioni dei Galaxy Fold e Flip mettono Samsung davanti al colosso di Cupertino

Come al solito, è tempo di preordini per Apple. E, come sempre, è il momento di fare un confronto con Samsung. Da una parte la coreana con i Fold Z3 e Flip Z3, dall’altra la Mela con gli appena annunciati iPhone 13, nelle declinazioni classiche, mini, Pro e Pro Max. A quanto pare, la ‘battaglia’ si gioca oggi più che mai proprio sui pre-order, indice non solo dell’interesse dei consumatori verso un prodotto ma anche del trend di mercato a cui i brand vanno incontro, nei mesi che anticipano le spese natalizie.

Cosa succede con i pre-ordini

Apple è ora uno dei pochi marchi a non premiare i clienti fedeli per essere stati i primi ad acquistare i loro telefoni. Gli altri, quasi tutti i principali, offrono qualcosa in cambio. Ad esempio, Samsung ha abbinato al Fold Z3 la custodia con S Pen, mentre altri, tra cui Huawei, sono spesso desiderosi di far fuori auricolari e wearable. Ciò non sminuisce il valore della serie iPhone 13 né rende Apple un’opzione meno attraente, tuttavia, ogni anno, quando compaiono gli ultimi preordini di iPhone di Apple, non possiamo fare a meno di sentire che manca qualcosa rispetto ai rivali.

La buona notizia è che il pre-ordine da alcuni rivenditori può far ottenere accessori gratuiti ai consumatori, buoni o sconti importanti. Proprio Samsung ha dato il via, tempo fa, al cashback sul ritiro dell’usato, non banale se si pensa che in questo modo è possibile risparmiare diverse centinaia di euro. Apple fa lo stesso, seppur con una forbice di ritorno minore sui propri telefoni, nonostante il valore di mercato degli iPhone sia il più difficile a crollare, visto lo status di cui si fanno portatori.

Leggi anche:  Maticmind firma l’accordo per l’acquisizione del ramo FTTH di New Changer