ServiceNow amplia la partnership strategica con Microsoft

ServiceNow amplia la partnership strategica con Microsoft

L’integrazione di ServiceNow Employee Center con Microsoft Teams soddisfa ancora di più le esigenze dei dipendenti 

Nel momento in cui continuano a svilupparsi nuovi modi di lavorare, ServiceNow, azienda leader nei workflow digitali, annuncia l’espansione della partnership strategica con Microsoft per soddisfare ancora di più le esigenze dei dipendenti.

Come parte della nuova release Rome della Now Platform, ServiceNow presenta una nuova app collaborativa per Employee Center che si integra con Microsoft Teams e offre ai dipendenti esperienze semplificate nell’ambiente di lavoro ibrido. Le aziende hanno inoltre annunciato maggiori investimenti nell’innovazione congiunta e negli sforzi di go-to-market attraverso i workflow ServiceNow e Teams.

ServiceNow Employee Center sarà disponibile come app collaborativa che può essere incorporata direttamente in Teams. Le app collaborative sono una nuova tipologia di app di Teams che stanno emergendo all’interno di chat, canali e riunioni. Employee Center fornisce ai dipendenti un portale unificato per trovare informazioni, ottenere assistenza tra i reparti inclusi IT, risorse umane, approvvigionamento, legale e richiedere i servizi di cui si ha bisogno. Attraverso l’app Teams, i dipendenti possono accedere al portale direttamente dal flusso del proprio lavoro.

“Con oltre 250 milioni di utenti attivi al mese, Teams è diventato fondamentale per i dipendenti di tutto il mondo nelle attività di lavoro ibrido”. Ha affermato Jared Spataro, corporate vice president of Modern Work at Microsoft. “L’annuncio di oggi si basa sulla relazione di lunga data che abbiamo con ServiceNow e unisce la potenza di Teams con ServiceNow per sviluppare un’app collaborativa che aiuti i clienti e la loro forza lavoro a comunicare, collaborare e innovare nel modo più efficiente”.

Leggi anche:  Dynatrace sempre più leader nel monitoraggio delle prestazioni delle applicazioni

“I dipendenti non stanno tornando ai vecchi modi di lavorare, per questo i datori di lavoro devono fornire i workflow digitali e gli strumenti di collaborazione per permettere loro di essere produttivi in ​​qualsiasi ambiente, che sia completamente remoto o in ufficio”. Ha affermato Blake McConnell, senior vice president of Employee Workflow Products at ServiceNow. “Incorporando ServiceNow Employee Center in Microsoft Teams, miglioriamo l’esperienza dei dipendenti a prescindere da dove lavorano. I dipendenti possono così agire in base alle informazioni giuste al momento giusto, all’interno degli strumenti che stanno già utilizzando. È fondamentale aiutare i dipendenti a trovare un migliore equilibrio e mantenerli creativi, produttivi e coinvolti”.

ServiceNow ha annunciato una partnership strategica con Microsoft a luglio 2019. Per accelerare ulteriormente questa collaborazione, ServiceNow e Microsoft stanno concentrando gli investimenti e la cooperazione nell’innovazione dei prodotti, determinando il successo dei clienti e il go-to-market in tutti i workflow ServiceNow e Teams.

ServiceNow e Microsoft collaborano strettamente da oltre un decennio, lavorando insieme per creare esperienze di lavoro eccezionali e alimentare la produttività, con oltre 30 integrazioni native tra le suite di prodotti di entrambe le aziende. Nell’ambito di questa partnership ampliata, ServiceNow ha adottato Microsoft Teams per chat, riunioni e altre attività con una distribuzione completa tra i suoi 15.000 dipendenti globali prevista per la fine di settembre 2021. Microsoft sta già utilizzando ServiceNow IT Service Management (ITSM) e ServiceNow Virtual Agent integrato con Teams, per semplificare i workflow in tutta l’azienda, risolvere più rapidamente gli incidenti IT e i problemi dei dipendenti.