Software aziendali ERP: le caratteristiche dei sistemi enterprise del futuro

Software aziendali ERP: le caratteristiche dei sistemi enterprise del futuro

Quando si parla di software enterprise, si fa riferimento a sistemi software che consentono di gestire in maniera strutturata tutti gli ambiti di un’impresa, e più in particolare che permettano di amministrare e pianificare tutte le risorse e ottimizzare i processi anche dislocati su più dipartimenti aziendali.

I software ERP sono adatti alle aziende del futuro?

Di sistemi ERP si parla già da tempo: ma saranno ancora uno strumento valido in futuro?

La risposta è sì. Sì perché in questi anni la tecnologia ha fatto passi da gigante e anche i software gestionali si sono evoluti notevolmente. Anzi: è ragionevole pensare che questo tipo di sistemi enterprise sarà lo strumento che permetterà alle aziende di abbracciare la digitalizzazione in maniera concreta.

Ma anche i software si trovano a fronteggiare il futuro e devono evolversi continuamente per stare al passo con le novità tecnologiche ma soprattutto con quelle che saranno le necessità delle imprese, anticipandole. Come? Attraverso il continuo ammodernamento delle tecnologie e dei servizi utilizzati.
Ma non tutti i sistemi software ERP sono adatti ad evolversi: esistono infatti alcuni requisiti fondamentali per far sì che un sistema possa esserlo, a partire dall’architettura.

Qual è l’importanza dell’architettura?

Le aziende oggi hanno bisogno di sistemi software che siano concentrati sulla gestione dei dati e che siano basati su un’architettura distribuita.

Fino a qualche anno fa infatti, non tutte le aziende disponevano di un software gestionale, e se lo avevano, il rinnovo del software significava aggiungerlo al sistemi preesistenti che non venivano sostituiti.
Qual è la differenza con la situazione delle aziende di oggi? Quello che è cambiato è che mentre in passato tutto risiedeva all’interno di un’unica architettura, di un mainframe, di un server, oggi invece i sistemi sono molto più eterogenei, presentano integrazioni in cui sono presenti interfacce di diversa natura e sono appunto distribuiti in più punti.

Leggi anche:  Pampers punta alla gratitudine dei genitori

La chiave per l’evoluzione

Un sistema enterprise, per essere definito capace di evolversi, deve essere in grado di farlo
sia dal punto di vista applicativo, sia soprattutto dal punto di vista tecnologico.  Questo è importante perché anche se generalmente il tempo di utilizzo di un sistema ERP in un’azienda può prolungarsi fino ai 10 anni e oltre, le tecnologie si rinnovano molto più rapidamente rispetto ai processi aziendali.

La chiave per attuare l’evoluzione per un sistema enterprise è quindi quella di essere fondato su una piattaforma che sia caratterizzata da tecnologia pura, sulla quale sia possibile successivamente poggiare degli enabler. Un esempio è smeup data platform, la piattaforma tecnologica di smeup che permette di amministrare i processi aziendali attraverso sistemi applicativi flessibili e nati per integrarsi.

Ma una piattaforma tecnologica non basta: è necessario che le tecnologie implementate siano in grado di funzionare anche all’interno di ambienti cloud, serverless, multi-cloud e multi-server, requisito necessario per poter utilizzare tecnologie moderne e soprattutto scalabili.
Questo per un’impresa significa disporre di un sistema software in grado di implementare nuovi strumenti e nuove applicazioni in modo semplice e in tempi brevi, e quindi di un software enterprise di fatto capace di seguirla nella crescita.